Luca Argentero: presto darà l’addio alla carriera di attore?

Luca Argentero: presto darà l’addio alla carriera di attore?

Lo abbiamo visto in molte produzioni come un attore poliedrico eppure Luca Argentero, sta pensando di cambiare vita. Avranno influito la nascita della figlia, Nina Speranza, e la vita decisamente più rilassata di Città della Pieve dove attualmente risiede?


L’evoluzione della carriera di Luca Argentero è praticamente sotto i nostri occhi da anni. A partire dal 2003 quando, appena venticinquenne, partecipa alla prima edizione del Grande Fratello, posizionandosi al terzo posto. Come per molti ex concorrenti della casa, anche Luca cavalca l’onda della notorietà ricevuta ed inizia a recitare nelle fiction tv, prima tra tutte Carabinieri. Nel cinema italiano invece inizierà con ruoli di rilievo solo nel 2007, quando Ferzan Ozpetek lo sceglie per il suo film Saturno contro. Da questo momento, Argentero alterna presenza sul grande schermo al piccolo, dove attualmente è protagonista sia in Doc – nelle tue mani che in Le fate ignoranti – La serie. Ma nonostante questo successo, Luca ha in mente un cambio di rotta.


Leggi anche: Can Yaman, Sandokan a rischio a causa di Luca Argentero: cosa è successo?

Luca Argentero: “Mi piacerebbe lasciare le scene…”

Durante la trasmissione di Pierluigi Diaco, Ti sento, andata in onda ieri notte, Luca Argentero ha confessato:

Penso di aver fatto quello che dovevo e infatti sono estremamente proiettato verso una terza parte della mia vita. […] A me piacerebbe… O meglio non lasciarle per il gusto di fare un’uscita eclatante ma per recuperare un ritmo di vita che dopo vent’anni, è stato un ritmo forsennato. Mi permetterebbe di concentrarmi su alcuni aspetti della mia vita che mi interessano di più.


Potrebbe interessarti: C’è Posta Per te, settima puntata: stasera ospiti Luca Argentero ed Emma

Il desiderio di staccare nasce anche dalla nuova passione per la montagna e in ciò che spiritualmente lo avvicina a Dio come la quiete della natura.

È una questione molto fisica: un mio amico alpinista una volta mi disse ‘io mi sento più vicino a Dio in cima a una montagna che dentro una Chiesa’. Non che dentro la Chiesa tu non lo senta, ma in montagna sei comunque più in alto, quindi bene o male sei più vicino… […] che poi io questa luce divina, questa presenza che circonda tutti noi a cui francamente non sono mai riuscito a dare un volto, invece in mezzo alla natura, quando sono stato veramente immerso nella natura, m’è capitato in cima a una montagna, alle cascate dell’Iguazù in Argentina, quando la natura è molto più grande di te, è così.