La cometa ISON è sopravvissuta (in parte): ecco le immagini

La cometa ISON è sopravvissuta (in parte): ecco le immagini

Nella serata di ieri ISON ha raggiunto il perielio transitando a poco più di un milione di kilometri dal Sole e si è frammentata: ecco tutte le novità in diretta


Alle 18:24:57 UCT di ieri la cometa ISON ha raggiunto il suo perielio, transitando a una distanza di circa 0,01244 UA dal nostro Sole (poco più di un milione di kilometri). Nonostante gli ultimi rilevamenti del telescopio millimetrico IRAM lasciassero supporre che l’astro non sarebbe sopravvissuto all’incontro ravvicinato con la stella, sembra invece che un piccolo frammento del nucleo sia riuscito a proseguire nel suo percorso di rivoluzione.

Nella giornata di ieri le previsioni più pessimistiche sostenevano che il nucleo di ISON si fosse già esaurito e che la cometa si sarebbe disintegrata non appena avesse raggiunto il perielio, e le osservazioni condotte in nottata sembravano avallare l’ipotesi: in mattinata, tuttavia, analisi più approfondite hanno rivelato che alcuni frammenti della cometa sono sopravvissuti e molto probabilmente transiteranno in prossimità della Terra dal 3 al 26 dicembre, conformemente a quanto previsto dall’orbita originaria. QUI troverete un video che documenta le ultime osservazioni.

Sebbene alcuni frammenti siano sopravvissuti al transito della cometa nei pressi del Sole, tuttavia, non è chiaro se saranno effettivamente visibili ad occhio nudo dalla Terra. Al momento è impossibile fornire previsioni specifiche su quale sarà la loro magnitudine apparente nel mese di dicembre.

Per vedere le immagini del passaggio di ISON nei pressi del sole, cliccate qui oppure qui; per seguire i dati in diretta, invece,cliccate qui.

(St.S.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto