Kate Middleton: tutto sul battesimo del royal baby

Kate Middleton: tutto sul battesimo del royal baby

Kate e William abbandonano le tradizioni


Kate e William hanno avuto il loro primo bambino, George Alexander Louis, lo scorso 22 luglio e da quel momento sono diventati una famiglia reale a tutti gli effetti.
Nelle scorse settimane è stato dato l’annuncio ufficiale della data del battesimo che si terrà il prossimo 23 ottobre.

Alcune fonti vicine ai Duchi di Cambridge dicono che sarà “un evento familiare privato ed intimo“; al più presto sarà pubblicata una lista con il nome degli invitati e per ora la Principessa Anna e la Principessa Sofia non presenzieranno all’evento.

Vige ancora dubbio sui nomi di padrino e madrina del royal baby; si pensava che il fratello Harry e la sorella Pippa potessero avere questo ruolo ma Kate e William hanno voluto sorprendere tutti andando controtendenza. Marito e moglie avrebbero scelto, secondo alcune indiscrezioni, di scegliere degli amici personali di vecchia data che avranno il compito e l’onore di essere i padrini di George durante la cerimonia oltre agli zii.

Una fonte ha dichiarato: “William e Kate faranno le cose diversamente e, in realtà, entrambe le loro famiglie rispettano la scelta. Non creerà affatto una lite o una discussione. I battesimi non sono eventi di Stato. Sono cerimonie private e possono essere tanto sontuose quanto intime, esattamente come desiderano i genitori”.

L’annuncio ufficiale del battesimo è stato dato lo scorso 27 settembre e si terrà nella Royal Chaper di St. James’s Palace, dove furono celebrati i funerali di Diana; la scelta del luogo è stata fatta da William che così facendo ha voluto includere simbolicamente la madre mancata anni fa a causa di un terribile incidente in Francia.

Il battesimo seguirà il rito anglicano e sarà conferito dall’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, che si è dichiarato entusiasta di dare il benvenuto ad un nuovo membro della famiglia reale anticipando i tempi, dato che solitamente il primo sacramento veniva elargito anche a un anno dalla nascita.
La testa di George sarà bagnata con l’acqua del Giordano all’interno di una vasca d’argento scolpita di ninfee che viene utilizzata da generazioni dalla famiglia reale.

Il piccolo ha vissuto i suoi primi giorni di vita a casa dei genitori di Kate e non nella residenza ufficiale della famiglia reale; è stato un modo per dare al figlio un’esistenza normale nei limiti del possibile del protocollo e dalla sicurezza. (s.z.)

La famiglia reale
Clicca qui per leggere altri articoli




COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto