Justine Mattera si mette a nudo a teatro

Justine Mattera si mette a nudo a teatro

Justine Mattera a teatro con “Pene d’amor perdute” ci svela un altro suo personaggio


“Justine Mattera si mette a nudo a teatro”

di Miriam De Nicolo’

 

 

“Pene d’amor perdute” – regia Riccardo Giudici – con Justine Mattera

Un passato televisivo che l’ha resa famosa come la sosia di Marilyn Monroe, il successo nei musical, una laurea in letteratura italiana e inglese alla Stanford University, Justine Mattera, l’americana tutto pepe, torna in scena a teatro con “Pene d’amor perdute”.

Commedia teatrale di William Shakespeare, composta probabilmente tra il 1593 ed il 1596, “Pene d’amor perdute” è l’opera meno rappresentata a teatro sia in Italia che all’estero, grande coraggio e scelta ambiziosa quindi quella del regista Riccardo Giudici che vanta invece un passato in ambito cinematografico.

La trama è presto detta: il re di Navarra e tre suoi gentiluomini fanno voto di star lontani per tre anni da ogni tentazione, dedicandosi unicamente a culture filosofiche fino a quando arriva in visita diplomatica la principessa di Francia (Justine Mattera) con tre damigelle, ed ecco che scatta l’inevitabile chimica delle attrazioni reciproche, stuzzicate dal patto di astinenza maschile e infine apertamente accettate dai protagonisti.

2
Justine Mattera

Pene d’amor perdute” rappresenta quindi il disegno di tutte le debolezze maschili alle prese con il gioco perverso della seduzione, tra vane speranze e molteplici illusioni. La tradizione romantica shakspeariana amplifica i caratteri e le voci dei protagonisti, che spingono spirito e astinenze agli estremi, finendo per soccombere di fronte alla natura umana, leggera, libera e ribelle.

Justine Mattera, abituata a vestire i ruoli di grandi personaggi, in questa commedia si supera, “lei che conosce la differenza immediata del riscontro del pubblico a teatro, pronto a giudicare, differente da quello televisivo che è meno immediato, ha dovuto affrontare una triplice sfida” racconta il direttore del teatro Gianluca Frigerio.
Justine ha dovuto combattere contro il suo inevitabile accento e convincere il pubblico che non è solo una soubrette”.

Nel camerino di Justine, mentre si prepara ad andare in scena tra rossetti e mascara, c’è  il viavai delle ragazze che recitano nella commedia, tutte molto affiatate, che non perdono occasione per ringraziarla, come fosse la “madre” dell’opera. Io, curiosa di conoscere ogni retroscena, ogni cosa detta e non dicibile, cerco di estrapolare qualche dettaglio.

1
Justine Mattera a teatro

Justine il grande pubblico ti conosce per aver interpretato per molti anni il personaggio di Marilyn Monroe che, come tu stessa hai affermato, è diventato parte di te. In questa commedia la principessa di Francia, ha dei punti in comune con il tuo carattere?

Nessuno, assolutamente nessuno ma, come ogni personaggio che interpreto, cerco di farlo mio e soprattutto di renderlo interessante per il pubblico. La principessa di Francia è una donna esigente, sarcastica, molto sicura di sé ed abituata ad ogni agio e ogni lusso. Ma alla fine, nonostante il suo lato freddo e calcolatore, si rivela essere sensibile, nel momento più tragico dell’esistenza umana: la morte di un parente caro, in questo caso del padre.

Che rapporto hai col teatro?

Fare teatro per me è un atto d’amore. Chi fa questo genere di teatro lo fa più per passione. Io ci lavoro da 20 anni ormai, portandomi dietro tutte le difficoltà e l’esperienza che mi permettono di “aggiustare subito il tiro”. Le opere teatrali hanno questo di “magico”, che cambiano in corso d’opera, le battute vengono limate e l’energia del pubblico presente in sala aiuta moltissimo a tenere alto il morale degli attori.

3
Riccardo Giudici

Riccardo Giudici, regista con un passato cinematografico sfida se stesso in questa grande impresa teatrale.  Dopo mesi di ricerche tra traduzioni più corrette e limature, in collaborazione con Luciano Pierciaccante (drammaturgo) e Gianluca Frigerio (direttore del teatro), casting e prove (durate circa 2 mesi e mezzo), confessa di aver “sofferto” molto l’ardua scelta del teatro.

Ho scelto Justine per un rapporto di amicizia che ci lega da tempo e perché è conosciuta dal grande pubblico; Gianluca Frigerio, il direttore, ha accettato di buon grado la sfida anche se il genere è molto differente dal programma scelto da Teatro Caboto.”

Racconta ” I miei film giocano molto sulle immagini, pochissimi dialoghi, in “Pene d’amor perdute” è esattamente il contrario, è un ping pong verbale , basato esclusivamente sui dialoghi, tutto in rima e soprattutto nato per essere rappresentato davanti ad una corte, davanti quindi a persone in grado di comprenderlo”.

Perché la scelta è finita su Shakspeare?

Shakspeare ha scritto delle opere immortali, nella descrizione di ogni suo personaggio, rivedo l’essere umano in tutte le sue sfaccettature. Shakspeare ha inventato l’uomo moderno, in realtà senza voler essere un intellettuale, con una carica emotiva e con una conoscenza dell’animo umano che solo una persona fortemente empatica, quale lui era, può fare.

 

Le luci si spengono, regna il silenzio in sala, le prime battute arrivano con tutta la tensione degli attori – un’ora e mezzo di puro divertimento, il ping pong di battute stemperate dall’energia degli attori, monologhi vivi, espressioni multiformi, in sala un pubblico elegante che non riesce pero’ a trattenere le risate.

Tutto è dinamico, guizzante, divertente, Justine Mattera ringrazia il pubblico presente, applausi calorosi dalle poltrone e penso che dovrò “interrompere questo momento di felicità per tornare all’esistenza “.

 

testo e foto di Miriam De Nicolo’

grupporid
il cast dei 13 attori

 

JUSTINE MATTERA in: PENE D AMOR PERDUTE di William Shakespeare
Commedia brillante
Regia di Riccardo Giudici
Con Justine Mattera e un cast di 13 attori!
Teatro Caboto – Via Sebastiano Caboto, 2

(fino al 22 febbraio)

 

Riccardo Giudici- filmografia

1996 Vera

1997 Ritratto di signora

1998 Addio

1999 La vita segreta dei lemuri

2002 Aimless

2005 Camera 207

2008 8 e mezza

 

10247493_10205954178482525_7214409948345211564_n

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto