Justin Bieber coinvolto in una rissa

Justin Bieber coinvolto in una rissa

La popstar è sempre nei guai


Justin Bieber ultimamente è sempre nei guai e questa volta sembra che sia stato coinvolto in una rissa.
Durante questi primi mesi estivi è stato al centro dell’attenzione per scandali, flirt o presunti tali, sputi, insulti, tatuaggi, feste, droga, alta velocità, incidenti con paparazzi, maltrattamenti agli animali, malori e ritardi sul palco e fotografie shock.

I dubbi sul suo comportamento ormai fuori controllo lasciano intendere che non sia in grado di gestire l’enorme successo che lo ha investito perciò tutto quello che fa è lecito solo perché è Justin Bieber.
Sembra che stia perdendo il contatto con la realtà e orami la fama da “bad boy” non lo abbandonerà tanto facilmente; le cose sono nettamente cambiate da quando Justin ha fatto ingresso nelle scene musicali mondiali dove da ragazzino semplice ed innocente è passato a essere un mezzo teppista.

I suoi comportamenti sono discutibili e sopra le righe; solo pochi giorni fa durante un concerto mentre chiedeva al pubblico di non gettare oggetti sul palco una ragazza ha lanciato il suo cellulare e lui prontamente lo ha messo nei pantaloni per poi gettarlo tra la folla.
E’ di pochi giorni fa la notizia che Justin è stato coinvolto in una rissa che sarebbe avvenuta fuori dal South Pointe Club di New York, dopo una nottata passata a folleggiare. Pare che Bieber abbia picchiato un buttafuori della discoteca. Il malcapitato si chiama Wayne Rennalls di 22 anni e si trova ancora in ospedale con un occhio nero, costole incrinate e un labbro tagliato; dopo la rissa ha sporto denuncia e le indagini sono ancora in corso.

Ci sono diverse versioni del motivo per cui sia scoppiata la rissa: in un primo momento sembrava che la causa fosse un ipotetico rifiuto da parte di Justin di posare per una foto insieme a un fan. Poi si è vociferato che Justin avrebbe “rubato” la ragazza a un cliente del locale che si sarebbe arrabbiato e, infine, si dice che il tutto abbia avuto inizio alle 4 del mattino nel parcheggio del locale dove un sasso ha colpito il SUV del cantante e a quel punto Rennalls sarebbe stato malmenato dalla sicurezza di Justin.

Anche il portavoce di Justin ha smentito ogni coinvolgimento del giovane artista, ma le indagini sono ancora in corso.
Un testimone ha dichiarato: “Posso dirvi che Justin è arrivato sabato sera con il suo entourage e molti uomini della sicurezza. E’ rimasto nel locale fino all’orario di chiusura, si è divertito e ha bevuto solo acqua, poi ha fatto festa col DJ, alcuni amici e due cameriere del locale. Quando Justin è uscito dal club, alcuni clienti uomini lo hanno infastidito a proposito delle cameriere ‘rubate’ e qualcuno ha lanciato un sasso contro la sua macchina. A quel punto le sue guardie del corpo sono scese dal veicolo e hanno affrontato il gruppo di aggressori. Le telecamere di servizio mostrano che il principale aggressore viene spinto indietro e allontanato da Justin.”

Non è chiaro chi abbia colpito l’uomo, ma sembra che non sia stato Justin, che risulta completamente estraneo alla vicenda, motivo per il quale il cantante è rimasto allibito davanti ai gossip che lo vedeva coinvolto nella rissa in prima persona e ha prontamente twittato:

Il testimone ha continuato: “Quando Justin è uscito dal club, alcuni clienti uomini lo hanno infastidito a proposito delle cameriere ‘rubate’ e qualcuno ha lanciato un sasso contro la sua macchina. A quel punto le sue guardie del corpo sono scese dal veicolo e hanno affrontato il gruppo di aggressori. Le telecamere di servizio mostrano che il principale aggressore viene spinto indietro e allontanato da Justin”.

Nel frattempo le Belieber, esasperate dalle continue notizie che vedono Justin sempre coinvolto nei guai, hanno lanciato un hashtag: #justinpleasetakeabreakaftertour, per pregare il loro idolo di fare una pausa dopo il tour per rilassarsi e magari tornare come prima. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto