Isola dei Famosi, pignorato il cachet di Marco Senise, cosa è successo?

Isola dei Famosi, pignorato il cachet di Marco Senise, cosa è successo?

Brutte notizie per l’ex braccio destro di Rita dalla Chiesa a Forum. A causa di un grosso debito, Marco Senise deve dire addio al cachet guadagnato per partecipare all’Isola dei Famosi.


Marco Senise, ex volto di Forum e dell’emittente televisiva Agon Channel, è stato uno dei protagonisti dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi. Un ritorno in tv breve e in sordina per il romano, che in Honduras non è rimasto a lungo. Tuttavia, ha avuto modo di farsi notare simpaticamente per la sua pigrizia, divenuta proverbiale in studio, e per i suoi siparietti con una Carmen di Pietro ‘tentatrice’.


Leggi anche: Can Yaman concorrente de L’Isola dei Famosi 2022? Il cachet è altissimo!

Il Messaggero ha riportato una spiacevole e inaspettata notizia sull’ex naufrago, che riguarda il cachet percepito per partecipare al reality show condotto da Ilary Blasi. A causa di un debito pregresso, contratto a seguito dell’acquisto di un immobile a Roma, Senise, di quella somma, non vedrà neanche un centesimo.

Isola dei Famosi, Marco Senise ha un debito di 112mila euro

Sul quotidiano romano, si legge che Marco Senise ha subito il pignoramento dell’intera somma che avrebbe dovuto percepire da Banijay Italia, casa di produzione de L’Isola dei Famosi. Andiamo con ordine. Il conduttore, nel 2008, aveva acquistato un appartamento in via Ardeatina, ma non aveva mai estinto il debito con la società costruttrice.


Potrebbe interessarti: Isola dei Famosi 2018: arriva la Marini, Marco viene eliminato e Francesca va in nomination

“Un debito pregresso – riporta Il Messaggero – con la Colli d’Oro srl, che il 30 aprile del 2013 gli aveva notificato un decreto ingiuntivo per 51mila euro e, un altro, il 5 ottobre 2015, da 23mila“. Di conseguenza, la società Colli d’Oro ha notificato direttamente presso terzi a Banijay Italia, ed ecco che è scattata la confisca del compenso di Senise per L’Isola. La stessa società, che produce anche tanti altri programmi televisivi, il 2 agosto ha fatto sapere in una nota di dovere all’ex braccio destro di Rita dalla Chiesa la somma complessiva 11.338 euro.

“La predetta somma – ha specificato – è sottoposta a vincolo e sarà custodita nel rispetto dei termini di legge sino ai provvedimenti di assegnazione da parte del Giudice competente”. Ad essere veramente sbalorditiva, però, è la cifra totale cui ammonta l’istanza di pignoramento dell’avvocato della società creditrice: 112mila euro, spese legali e interessi compresi.

Marco Senise, al momento, non ha rilasciato alcun commento sulla vicenda.