Internet – pericolo del sesso

Internet – pericolo del sesso

Circa il 6% dei ragazzi italiani ha subito un trauma per aver visto in Internet qualcosa di fastidioso


La rete mondiale Internet si dimostra spesso molto pericolosa soprattutto per i giovani e gli adolescenti.

Il 12% dei ragazzi in tutto il mondo è rimasto infastidito o turbato da qualcosa di visto in rete e ben il 6% è la percentuale che interessa i ragazzi italiani.

Il sexting e il cyberbullismo sono solo alcuni dei pericoli di Internet. Inviare foto o video contenenti messaggi sessualmente espliciti è una pratica esistente tra molti giovani presenti nel mondo di Internet.

E’ già successo che una ragazza minorenne di Siena sia stata umiliata da un ragazzo appena maggiorenne, che ha pubblicato sul profilo facebook una foto in cui la ragazza era in parte svestita. Le foto avevano fatto il giro degli amici e su facebook oltre duemila persone le avrebbero potute vedere. Il ragazzo è stato denunciato dai genitori della ragazza. Le forze dell’ordine hanno invitato i giovani in particolare, senza escludere i più grandi, ad usare responsabilmente la Rete. Basta un piccolo scherzo, magari fatto per gioco, in maniera immatura e in parte incosciente per violare l’intimità di una persona.

Bisogna prestare molta attenzione quando si naviga on-line.

Inoltre siti e canali pornografici come Youporn producono un immaginario sessuale lontano dalla realtà, che può far scaturire nei giovani un trauma o un riflesso negativo del sesso. Non è escluso il pericolo della pedo-pornografia.

La responsabilità del genitore per il figlio che utilizza la rete non riguarda le proprie capacità in campo tecnologico bensì educativo.

Internet è talmente vasto da non poter essere completamente controllato; sta al genitore sviluppare nel figlio un senso critico adeguato per far sì che lui sappia gestire ciò che si trova tra le mani in modo maturo, responsabile e critico per l’appunto.

(r.d.)

Adolescenti-Internet
Adolescenti-Internet




COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto