Il trucco, misteri e perchè del maquillage svelati da Patrizia Magli

Il trucco, misteri e perchè del maquillage svelati da Patrizia Magli

Patrizia Magli. Pitturare il volto – Il Trucco, l’Arte, la Moda. In libreria per Marsilio


Come le fan della strepitosa Sharon Cenciarelli e dei suoi video tutorial sanno bene, il trucco è una cosa seria. Certo ognuno intende il termine “serio” come può, ma resta il fatto che truccarsi, operazione alla quale ciascuna donna dedica quotidianamente un tempo medio compreso tra 0 (leggasi zero) minuti e un quarto d’ora, rappresenta essenzialmente il modo con cui s’intende presentarsi al mondo. E a voler appena approfondire l’argomento si fa presto entrare nel campo della psicologia, della sociologia, dell’antropologia… Patrizia Magli, docente 3171335di semiotica dell’arte e semiotica del disegno industriale alla facoltà di Arti e Design dell’Università iuav di Venezia, si cimenta con questo libro proprio nel complesso universo del trucco in un percorso che va dalle pitture tribali al trucco cinematografico, dal «velo» di cipria al velo come elemento religioso, fino alle ultime tendenze della contemporary face.

.
Dalla quarta di copertina: Intreccio di pratiche, di mode, di elementi culturali, il trucco rivela il rapporto complesso tra il viso nudo e l’immagine che ciascuna donna vuol dare di se stessa. Dalle scarpe al vestito, dagli accessori al maquillage, dai gioielli all’acconciatura dei capelli, il trucco fa parte di un’unità visiva dove il senso circola con coerenza. Come l’abito segue le vicende della moda, così il trucco, sensibile ai modelli proposti dalle tendenze del momento, esprime la sua vocazione all’integrazione sociale. Ci si trucca per mimetismo, per evocazione, per plagio: il viso «pitturato», imbellettato, «vestito» ci parla della difficile relazione che ciascuno intrattiene con la propria immagine. Soprattutto, il trucco è piacere della variazione e desiderio di differenziazione individuale. Emerge, quindi, il tema della bellezza, ma di una bellezza controversa, poiché il trucco si pone al servizio dell’espressività, contro la standardizzazione dei modelli.

(a.d)

 

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto