Il dentifricio fa male alla salute?

Il dentifricio fa male alla salute?

L’esperto Toby Talbot ritiene che diverse sostanze contenute nei dentifrici di uso comune possano contenere delle sostanze pericolose per la salute. Leggiamo insieme.


Potrebbe essere il vostro dentifricio a danneggiare la vostra salute? Questa è la reale preoccupazione di un crescente gruppo di dentisti che credono che, lungi dall’essere una parte essenziale dei nostri regimi quotidiani, molti dentifrici in commercio contengono sostanze dannose per la nostra salute. Queste sostanze chimiche sono state collegate a possibili tumori del cavo orale e della mammella, problemi neurali e disturbi cardiaci, oltre a irritazioni della bocca e causa di inquinamento ambientale. Il dottor Toby Talbot è un esperto in odontoiatria restaurativa e membro del Royal College of Surgeons. Dopo più di 35 anni di professione, crede che i prodotti che troviamo sugli scaffali dei supermercati siano spesso afferenti alla chimica industriale, piuttosto che alla medicina.

Talbot ha detto: “Il pubblico è intelligente, ma ha bisogno di vedere oltre la commercializzazione e di essere ben informato su cosa sta comprando. Alcuni prodotti utilizzano uno slogan che indica che essi sono “i prodotti di punta utilizzati dai dentisti”, ma questo è perché le case produttrici mandano prodotti gratuiti per ogni dentista del paese.”

A destare grande preoccupazione sembra essere il Sodio laurilsolfato (SLS). Dice l’esperto: “E’ presente in circa l’85 per cento dei dentifrici e viene utilizzato come agente bagnante (cosa che permette alla pasta di diffondersi più facilmente) che aiuta l’olio di menta piperita utilizzato per la miscela aromatizzante a legarsi con l’acqua contenuta nel prodotto. Senza l’SLS, questi elementi sarebbero separati nel tubo. Il problema con SLS è che essa apre il divario tra la mucosa – pelle – e le cellule della bocca, che permette a tossine o agenti cancerogeni di diffondersi. La mucosa orale è uno dei più delicati tessuti del nostro corpo e l’SLS è effettivamente un detergente.”

Il prodotto, secondo Talbot, può dunque causare irritazioni e abrasioni o ferite della pelle all’interno della bocca, che causano ulcere croniche della bocca. “Se vedo un paziente con afte ricorrenti, una delle prime cose che faccio è prescrivere l’uso di un dentifricio che non contenga SLS”, ha riferito Talbot.

A toothbrush with toothpaste sits on a s

L’anno scorso, la società che si nasconde dietro il dentifricio Colgate ha rimosso prodotti contenenti triclosan – un prodotto chimico usato per prevenire le malattie gengivali – dagli scaffali negli Stati Uniti dopo che il pubblico si accorse che una sostanza chimica presente all’interno del dentifricio era collegato alla crescita di cellule tumorali.  Mentre Colgate insiste nel dire che il triclosan sia sicuro in piccole dosi, scoperte successive hanno anche dimostrato che il dentifricio è un veicolo efficace che consente al triclosan di entrare nel corpo.

Il Triclosan è utilizzato nei dentifrici dai chimici industriali per evitare la formazione di batteri“, ha affermato il dottor Talbot. “C’è stato un certo clamore sui prodotti contenenti questo ingrediente negli Stati Uniti l’anno scorso. E’ ancora presente nelle versioni inglesi, però. Studi su modelli animali hanno dimostrato che il Triclosan ha effetto sull’attività ormonale e sulla crescita delle cellule tumorali.”

Rispondendo alla polemica, Patricia Verduin, responsabile della ricerca e sviluppo Colgate-Palmolive, ha detto: “Le affermazioni recenti sul fatto che il triclosan presente in Colgate Total possa portare al cancro sono assolutamente false. Regolatori globali hanno esaminato la questione della cancerogenicità e hanno concluso che il triclosan presente in prodotti di consumo non comporta alcun rischio per il cancro umano.”

Talbot continua: “Whitening utilizza perossidi e perossido di idrogeno per sbiancare i denti. Essi sono noti per essere tossici e irritanti per tutti i tessuti molli. Danneggiano le membrane mucose della bocca e possono causare danni alle cellule superficiali delle gengive. I dentifrici spesso contengono poi piccoli pezzi di plastica che sono così piccoli da non poter essere visti neppure con un microscopio” afferma il dottor Talbot. “Essi agiscono come abrasivo per rimuovere le macchie dai denti.”

Insomma, dobbiamo cercare di fare attenzione a ciò che compriamo e agli elementi contenuti nei dentifrici che utilizziamo quotidianamente.

Simona Vitale





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto