Google: prende corpo il progetto smartwatch

Google: prende corpo il progetto smartwatch

La concorrenza a Samsung e Apple passa dall’acquisizione di WIMM Labs


Google è stata tra la prime aziende a credere nei margini di crescita della tecnologia indossabile, prova ne è il grande impegno nella realizzazione e sviluppo del prototipo dei Google Glass. Non è una novità però l’interessamento verso altri progetti simili, non ultimo quello di uno smartwatch; pare ora chiaro l’impegno anche in questa nuova direzione.

Nei giorni scorsi infatti è divenuta di dominio pubblico la notizia, confermata dalla stessa società californiana, dell’acquisizione da parte di Google di WIMM Labs. Si tratta di un’azienda americana produttrice di un passato modello di smartwatch, con a bordo una versione modificata di Android, sistema operativo mobile di Big G. L’acquisizione non ha fatto scalpore come quella di Motorola, infatti pur essendo avvenuta nell’estate 2012 se ne è venuti a conoscenza solo ora.

Da tempo il nome di Google era accostato all’idea di un dispositivo da polso, così come molte altre aziende leader di settore: Sony ad esempio è già presente sul mercato con Smartwatch 2, Samsung presenterà dopodomani, 4 settembre, il proprio Galaxy Gear e anche Apple e Microsoft sono interessate a entrare in questo mercato, pur con qualche ritardo e problema di realizzazione.

Google avrebbe così occasione per aumentare la propria offerta, affiancando a Google Glass, la cui uscita sul mercato è attesa per il 2014, un nuovo prodotto. Le stime parlano di un mercato che conterà il 2014 circa 5 milioni di pezzi venduti a livello globale, pare naturale pensare che tutti i principali concorrenti dell’elettronica mondiale non vorranno mancare l’occasione; il prossimo a fare la propria mossa sarà Samsung, ma anche Google ha in serbo le proprie contromosse. (f.a.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto