Google Doodle dedicato a Erwin Schrödinger, il famoso fisico

Google Doodle dedicato a Erwin Schrödinger, il famoso fisico

“Il gatto è vivo o morto?” i principi della fisica spiegati attraverso un felino. Ecco il ricordo di Google per il 126esimo anniversario di Schrödinger.


Premettiamo che non siamo esperti di fisica e come sapete bene, Daring To Do si occupa di tutt’altro, ma certamente non avremmo potuto lasciar perdere il Google Doodle di oggi che è dedicato a un uomo austriaco che ha cambiato il modo di guardare alla fisica appunto, ha cambiato le modalità di questa disciplina ed è stato in grado di renderla più vicina a tutti.

 

Schroedinger

 

Erwin Rudolf Josef Alexander Schrödinger, è  famoso per il suo contributo alla meccanica quantistica, in particolar modo per l’equazione d’onda, poi chiamata equazione di Schrödinger in suo onore, per la quale vinse il Premio Nobel nel 1933, e per il fondamentale esperimento mentale del gatto di Schrödinger.

Come spiega Il Post, infatti: “il “Paradosso del gatto” fu formulato da Schrödinger nel 1935. Deriva da un immaginario esperimento in cui un gatto si trova in un ambiente chiuso e sigillato. Nello stesso ambiente ci sono una sorgente radioattiva e un contenitore di veleno che viene rotto da un meccanismo legato a un contatore geiger nel momento in cui ci sia la disintegrazione dell’atomo e un’emissione radioattiva. Poiché l’emissione radioattiva può avvenire o no (ci arriviamo) il gatto è – per l’ambiente esterno – sia vivo che morto fino a che l’ambiente non viene aperto: con questa valutazione paradossale Schrödinger voleva spiegare – la riflessione seguiva la pubblicazione di un famoso articolo scientifico e una corrispondenza con Albert Einstein – che se solo l’osservazione determina lo stato quantico dell’atomo e la condizione del gatto, c’era una contraddizione nell’interpretazione prevalente allora sulla convivenza di due stati nella fisica quantistica”.

 

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto