Gf Vip, Alfonso Signorini e il terribile retroscena: “Anch’io ho sofferto di…”

Gf Vip, Alfonso Signorini e il terribile retroscena: “Anch’io ho sofferto di…”

In una recente intervista Alfonso Signorini, nel parlare del Gf Vip, si è lasciato andare a delle rivelazioni riguardo il suo passato.


Ormai manca sempre meno alla prossima edizione del Gf Vip. I fan non stanno proprio più nella pelle e non vedono l’ora di scoprire tutti i dettagli e le novità che li attendono. Alcuni sono già trapelati nel corso delle settimane appena trascorse ma ancora molte cose sono rimaste ‘segrete’!


Leggi anche: Alfonso Signorini sbotta e risponde al comunicato Endemol: “Difendo la libertà di pensiero”

Sicuramente, come già ‘promesso’ da Alfonso Signorini, la nuova edizione sarà ancora più scoppiettante di quella passata. Molti i temi attuali o poco discussi che il conduttore del reality vuole portare in prima serata e affrontare, in modo da accendere uno spunto di riflessione. E portando così il pubblico non solo a divertirsi ma anche a trovare un ‘lato più profondo ed emotivo’, nel guardare il Grande Fratello Vip. Ad esempio nel corso di una recente intervista a Libero, come riporta Biccy, Signorini ha affermato che vorrebbe parlare anche dei diritti LGBT+:

Se parlare di LGBT+ è controproducente? No, è importante che si parli di diritti LGBT. Come di transgender. Basta non esagerare. Ti confesso che vedere cinque trans su Rai2 in prima serata mi ha fatto scattare l’applauso. Anche perché bisogna leggere oltre l’aspetto del mascheramento, dello stereotipo. A me piace capire, conoscere la loro vita quotidiana, le loro difficoltà. È un tema di estremo interesse; e non è detto che non lo porti al GF.

Gf Vip, Alfonso Signorini svela un retroscena del passato

Nella stessa intervista a Libero, come riporta Biccy, Alfonso Signorini, parlando di un tema che vorrebbe affrontare al Gf Vip, ovvero quello dei diritti LGBT+, ha anche ammesso che:

Sono un privilegiato, ma anch’io ho sofferto le discriminazioni sulla mia pelle anche se non amo parlarne. I pregiudizi sull’omosessualità sono superati? Be’, dipende da dove nasci e con chi ti accompagni. A Milano è un conto, su uno sperduto paesino di montagna, un altro. Vero è che non si deve farne la battaglia di una sola parte politica, della sinistra.