Galaxy S4: Samsung accusata di barare nei test

Galaxy S4: Samsung accusata di barare nei test

Il cellulare aumenterebbe le prestazioni durante i test specifici


Galaxy S4 di Samsung è uno dei cellulari del momento, sia per volume di vendite che per concentrazione di tecnologia che per l’attenzione mediatica di cui è protagonista. Stavolta Samsung deve però difendersi da un’accusa quantomeno particolare, quella di aver truccato gli esiti dei test sulle prestazioni del cellulare.

Esistono delle applicazioni, chiamate benchmark, studiate per effettuare dei test di resa delle varie parti operative del terminale per poi restituire un risultato in termini numerici; confrontando poi i valori ottenuti da smartphone diversi è possibile tracciare dei confronti. L’accusa rivolta al colosso coreano è quella di aver barato in questi test effettuati da Galaxy S4.

Studiando il codice di Galaxy S4 si sarebbe infatti scoperto che durante l’esecuzione di alcune applicazioni, tra cui i più usati test benchmark, il dispositivo lavorerebbe a frequenze più elevate per avere prestazioni (e quindi punteggi) migliori. Comparando i dati “pompati” di S4 con quelli di altri terminali, si otterrebbe una classifica di rendimento falsata.

Samsung ha risposto prontamente alle accuse mosse affermando che effettivamente le frequenze di utilizzo sono variabili, ma ciò è fatto solo per garantire la migliore esperienza d’uso agli utenti nel corso di operazioni particolarmente faticose per il cellulare.

Se effettivamente si rivelasse vero il ricorso ad un trucco per alterare i benchmark, si tratterebbe di una brutta caduta di stile per Samsung. C’è da dire però che dei milioni di pezzi di S4 venduti, probabilmente solo una parte irrisoria di utenti era a conoscenza dei punteggi ottenuti da S4 e a far la differenza potrebbero essere state le molteplici funzioni offerte dallo smartphone. (f.a.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto