Foto hot di Kim Kardashian, Vanessa Hudgens e Rihanna già online

Foto hot di Kim Kardashian, Vanessa Hudgens e Rihanna già online

Fappening volume 2, i nuovi obbiettivi degli hacker sarebbero tra le altre Mary-Kate Olsen, Hayden Panettiere, Leelee Sobieski, Kim Kardashian, Vanessa Hudgens e Rihanna, le foto sono già online


Quando sembrava tutto finito, ecco una nuova scandalosa pagina legata al fappening, ovvero le foto hot, intime e private, rubate, o per meglio dire, hackerate, dagli account dell’iCloud di decine di celebrità. Poche settimane fa le vittime furono star del blasone di Kate Upton, super modella americana, Jennifer Lawrence, premio Oscar, e l’idolo delle teen ager Selena Gomez, oggi invece tocca ad altri pezzi da 90, finiti nel mirino di hacker senza scrupoli. Le foto senza veli di Kim Kardashian, Rihanna, Vanessa Hudgens e molte altre, sarebbero già online, basta cercare bene.

Com’era finita la prima tranche di foto.
Il giovane e talentuoso hacker Jason Killan, era stato identificato come l’uomo che aveva causato la breccia nel sistema dell’iCloud, riuscendo a prelevare le foto delle celebrità. Braccato da polizia, FBI e avvocati, non è ancora chiaro tuttavia se sia stato effettivamente lui l’autore ufficiale. A parte la violazione di account privati, il reato più serio sarebbe quello di condivisione di materiale pedopornografico, in quanto la giovane atleta di Mckayla Maroney, al momento degli scatti era forse ancora minorenne.

Secondo il sito scandalistico TMZ e il portale Buzzfeed sarebbero già online le foto private di nuove star come Vanessa Hudgens, Hope Solo, Mary-Kate Olsen, Hayden Panettiere, Leelee Sobieski e la popstar Rihanna, il cui nome era già saltato fuori la prima volta, salvo poi non essere realmente coinvolto. E adesso il mondo dorato di Hollywood trema per il timore di dover subire un nuovo orribile colpo.

Apple nega ancora una volta una possibile breccia nel proprio sistema, parlando di ingresso negli account tramite nessuna forzatura. A quanto pare l’hacker o gli hacker, avrebbero inserito correttamente password e username, magari con alcune operazioni di phishing. Ora dobbiamo solo aspettare e vedere cosa effettivamente verrà pubblicato online nelle prossimo ore, ma il clima è già molto teso.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto