Foto hot delle celebrità hackerate – Cos’è il Fappening

Foto hot delle celebrità hackerate – Cos’è il Fappening

Per ora sono state colpite Selena Gomez, Kate Upton, Jennifer Lawrence, Kirsten Dunst, Kaley Cuoco e nei prossimi giorni potrebbe toccare ad altre, cosa sta succedendo e come si dovrebbe parlare di un argomento del genere


Se avete una connessione internet, probabilmente vi sarete già imbattuti nell’argomento del momento (forse dell’anno), il Fappening, o per meglio dire, le “leaked pictures”, le foto hot rubate, hackerate, -come volete voi- delle celebrità. Attrici, modelle, cantanti, tutte donne guarda il caso, sono state colpite da un hacker professionista che ha trafugato le immagini più private e intime scattate con i loro smartphone Apple ed in seguito caricate su iCloud, e le ha sparse in rete grazie al sito 4chan, noto per aver fatto anche di peggio. In pochi minuti erano già sui computer, tablet e cellulari di tutto il mondo. Jennifer Lawrence, Kate Upton, Selena Gomez e molte altre sono state le vittime di questo criminale, che, ancora nascosto e impunito, minaccia nei prossimi giorni nuovi nomi, nuovo materiale, anche video. Hollywood trema, sotto il giogo di un infimo esserucolo e della massa di erotomani che si stanno smobilitando per una veloce sessione di sesso manuale.

I legali delle star sono già in contatto con le autorità e l’FBI, la polizia federale americana, è all’opera per smascherare l’hacker. Siamo di fronte a un vero atto criminale, il furto di materiale privato e la divulgazione online di fotografie intime, chiaramente senza l’assenso dei diretti interessati. Addirittura pare che questo hacker, o persone meschine vicine a lui, stiano anche lucrando su questa incresciosa situazione. Su diversi siti c’è chi asserisce di avere materiale inedito su tale star o su tale modella, chiede in cambio dei soldi e una volta trovato il gonzo disponibile a buttare via qualche centinaio di dollari, sparisce dalla circolazione lasciandolo senza niente in mano. O quasi…

Su internet, ma anche sui quotidiani cartacei, è scoppiato un enorme dibattito che sta coinvolgendo tutti. Ognuno esprime la propria opinione sulla vicenda, come spesso accade, senza sapere assolutamente cosa sia successo o i retroscena. Chi condanna fermamente la cosa, chi condanna fermamente le star, chi si eccita e chiede di più e chi condanna chi si eccita e chiede di più. Ma qual’è la giusta reazione davanti a un “evento” simile? Non siamo qui adesso a fare la morale, ne a ritenerci superiori, (ne abbiamo parlato anche noi nelle ultime ore, è un argomento che inevitabilmente porta click) ci mancherebbe, ne vogliamo dire come si dovrebbe affrontare un argomento del genere, ma ci sembra perlomeno giusto cercare di evitare un certo tipo di reazione.

L’atteggiamento dei media al momento è stato quello, chi più chi meno, di veri e propri sciacalli, alla caccia spietata di nuove foto, nuovi nomi da sbattere in prima pagina. Ora mettetevi nei panni delle vittime. Vi piacerebbe che una foto intima, privata, personale, scattata per il vostro compagno o compagna, venisse sparata online e vista da mezzo mondo? E per di più giudicata, analizzata e in alcuni casi utilizzata per secondi e reconditi fini? Stiamo parlando di celebrità che vivono grazie all’immagine che mostrano al grande pubblico. Quanto un’immagine hot, sexy, può cambiare la carriera di un attrice o di una cantante? Quanto può influire nel modo in cui un certo suo tipo di pubblico la vedrà da quel momento in poi? Le verranno preclusi alcuni ruoli al cinema, piuttosto che verrà scartata per alcune tappe di un tour? Peggio degli erotomani ci sono solo i bigotti, lo sapete.

Prende sempre più piede adesso la teoria “Se non volevano finire online con proprie foto osè, non dovevano scattarsele“, che è un po’ come la vecchia “Se indossa una minigonna, se lo cerca lo stupro” o peggio. Quelle foto erano private, ricordatevelo, non erano fatte per finire su Facebook o Instagram, erano immagini che dovevano vedere solo i fidanzati o mariti. Molto probabilmente tutti voi avete una cartella con certe foto. E che problema c’è? Scattarsi foto simili fa di noi delle meretrici forse? Chiaramente no. Piuttosto parliamo di ingenuità o di poca conoscenza delle dinamiche e dei meccanismi di app come iCloud o DropBox, con caselline da spuntare come “Upload automatico delle immagini”.

L’auspicio è che nelle prossime ore questo Fappening si esaurisca e smetta di fare così tanto clamore, che le attrici, cantanti, modelle e via dicendo, possano tornare a vivere con serenità la propria esistenza, senza lo spettro di aprire il computer e ritrovarsi nude su qualche sito, che nessuna veda la propria carriera rovinata o influenzata dalle proprie pratiche sessuali. A dir la verità un beneficio questo Fappening l’ha portato; ha fatto sparire la moda dell’Ice Bucket Challenge tra i vips. In questo momento pochi hanno lo spirito di rovesciarsi addosso un secchio d’acqua col ghiaccio, di docce gelate ne hanno già abbastanza.

Luca Fallati





COMMENTI
    Lascia una risposta

    Vedi tutto