Finale Coppa del Mondo 2014 – il selfie con la Merkel, le tifose sexy, il gol di Gotze: Germania in delirio

Finale Coppa del Mondo 2014 – il selfie con la Merkel, le tifose sexy, il gol di Gotze: Germania in delirio

La Germania si laurea per la quarta volta Campione del Mondo, a decidere il match è SuperMario Gotze su passaggio di Schurrle: la cancelliera Angela Merkel si scatena coi ragazzi mentre sugli spalti le sexy tedesche consolano gli argentini in lacrime


La Germania si risveglia Campione del Mondo per la quarta volta. Il gol di Mario Gotze ha mandato in Paradiso il popolo tedesco. La rete del giocatore del Bayern Monaco è arrivata solo al 113’ grazie ad una grande azione di Schurrle sulla fascia. Joachim Low ha indovinato tutte le mosse, togliendo Kramer e Miroslav Klose ed inserendo i giocatori che gli hanno garantito il trionfo contro l’Argentina di Leo Messi e degli sciagurati Rodrigo Palacio e Gonzalo Higuain.

Sugli scudi sicuramente Jerome Boateng, autentica diga in difesa e Manuel Neuer, taumaturgo tra i pali. Monumentale Bastian Schweinsteiger: toglie un’infinita di palloni dai piedi della Pulce, resiste ad un doppio tackle, gli sfasciano uno zigomo ma rimane in campo, è lui il cuore pulsante della Germania. Lahm è una spina del fianco sulla fascia, Thomas Muller si è confermato miglior giocatore ai Mondiali anche se hanno dato il contentino all’asso del Barcellona.

Angela Merkel si è scatenata coi suoi giocatori: pacche sulle spalle vigorose e tanti baci ai ragazzi, poi negli spogliatoi un bel selfie con tutti loro con tanto di coppa in mano. Il buon Lukas Podolski le he volute tutte per sé: ecco una foto che ha fatto il giro di Twitter.

Nel frattempo, tante tifose hanno fatto impazzire non solo il popolo tedesco e argentino. Le bellezze che hanno affollato gli stadi brasiliani sono state inquadrate dalla telecamere di tutto il mondo. E’ stata una manifestazione all’insegna della bellezza, culminata con le tante splendide fidanzate dei calciatori della Germania. Deutschland frau über alles.

Se vuoi commentare con noi il grande sport, seguici su Facebook cliccando qui.

Ferrari Franco Andrea





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto