Fabrizio Corona si racconta in Mea Culpa

Fabrizio Corona si racconta in Mea Culpa

Dal carcere chiede scusa per ciò che ha fatto


È uscito il 14 gennaio il libro che Fabrizio Corona ha scritto dal carcere, in cui racconta la sua vita e parla dei suoi errori. La morte del padre, l’arresto, il sequestro dei beni, case, macchine, conti esteri, la chiusura cautelare della sua società, il matrimonio con Nina Moric, il figlio e la storia con Belen Rodriguez; insomma, l’ex re dei paparazzi ha raccontato proprio tutto in un fiume di parole, nero su bianco nel libro rivelazione.
Fabrizio in Mea Culpa ripercorre la scalata al successo fino alla caduta, i processi estenuanti e il carcere in cui è rinchiuso tutt’ora per scontare la sua pena.

Corona ha vissuto una vita fatta di eccessi, non curandosi dei limiti che ha superato molte volte facendo del male alle persone a lui care. In cella ha deciso di prendere carta e penna e scrivere tutto quello che pensava; lettere indirizzate ad amici e personaggi famosi in cui emerge un Fabrizio consapevole di ciò che ha causato, diventando un ribelle senza paura.
258 pagine da leggere tutte d’un fiato, parole scritte da un padre che si pente dei suoi sbagli e che spera che in un prossimo futuro, suo figlio, possa essere orgoglioso di lui e non vergognarsi di ciò che ha fatto.

Per anni è stato al centro dell’attenzione del gossip come persona influente dello showbiz italiano, suscitando l’ammirazione di molti, ma anche l’avversione per ciò che ha fatto procurandogli 13 anni di reclusione.
Dalle pagine del suo libro si capisce che il personaggio che si è costruito con gli anni ha oscurato la sua vera personalità e il suo modo d’essere, di un uomo come tanti. Lavoro, famiglia, amore, coraggio, orgoglio, sono queste le principali caratteristiche di un Fabrizio che è uscito allo scoperto mostrando un lato del suo carattere finora sconosciuto.

Ha deciso di reinventarsi diventando una persona nuova e migliore, per lui, ma anche per il bene del figlio Carlos, avuto dall’ex moglie Nina Moric.
Belen Rodriguez, dagli studi di Verissimo in cui è stata ospite lo scorso sabato, ha detto che il libro è un’operazione commerciale e che le avrebbe fatto molto più piacere ricevere una lettera da lui piuttosto che strumentalizzare il passato. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto