Emma Watson era nervosa prima del suo importante discorso all’ONU

Emma Watson era nervosa prima del suo importante discorso all’ONU

Emma Watson ha rivelato di essere stata molto nervosa prima del suo discorso a favore delle donne che ha tenuto poco tempo fa all’ONU


Emma Watson ha tenuto un memorabile discorso alle Nazioni unite sulla violenza che colpisce le donne in cui ha rivendicato il suo femminismo nonostante il suo amore per il genere maschile e la necessità di aiutare le donne vittime di violenza. L’attrice era sembrata subito molto nervosa per questa grande responsabilità messa sulle spalle di una ragazza di ventiquattro anni.

Durante una intervista a ELLE ha dichiarato “Ero molto nervosa, non è stata una cosa affatto facile da fare per me. Mi chiedevo se stavo andando a pranzo con queste persone o se finirò mangiata da loro. Sarò io il pasto?”.

Emma Watson continua spiegando che il femminismo non va considerato come una dittatura, un obbligo o un dogma. La cosa principale è dare a tutti, indipendentemente dal genere, le stesse possibilità. “Io mi sento fortunata perché sono cresciuta in una famiglia in cui a tavola potevo esprimere liberamente la mia opinione. Io e mia madre parlavamo utilizzando lo stesso tono dei miei fratelli”.

Emma Watson si era soffermata durante il suo discorso all’ONU su di un tema che ultimamente sta andando molto di moda: il femminismo involontario. Certi uomini smettono di incarnare e alimentare con scelte quotidiane gli stereotipi sessisti. La Watson ha poi parlato degli uomini anche loro prigionieri degli stereotipi virili e questo si riflette sul loro rapporto con le donne.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto