Conti in tasca alle stelle della musica. Gli incassi maggiori agli U2, nella top 40 anche Bocelli

Conti in tasca alle stelle della musica. Gli incassi maggiori agli U2, nella top 40 anche Bocelli

La crisi? Non risparmia neppure le stelle del rock, diventate nel 2009 più povere – si fa per dire- rispetto…


La crisi? Non risparmia neppure le stelle del rock, diventate nel 2009 più povere – si fa per dire- rispetto all’anno precedente. A fare i conti in tasca ai moderni pifferai magici è Billboard Magazine che ha appena  pubblicato la classifica dei 40 tra gruppi e autori che hanno incassato di più nell’anno da poco andato.  Si tratta di una classifica molto rigorosa che prende in considerazione il reddito reale degli artisti, sommando  gli introiti dei concerti, delle royalties, delle vendite di CD, suonerie, download e così via.

Le cifre sono astronomiche, tuttavia risulta evidente che la crisi è andata anche a svaligiare le tasche delle stelle del rock e del pop che hanno guadagnato meno della metà rispetto al 2008.
Paperoni nel 2009, ancora gli U2, che hanno ricevuto 108 milioni dollari (posto guadagnato grazie al 360 gradi tour, le cui date sono andate tutte esaurite) seguiti a distanza da Springsteen (57,6 milioni dollari). Nella top ten incalzano Madonna (47,2 milioni), AC / DC (43,6), Britney Spears (38,8), Rosa (36,3), i Jonas Brothers (33,5) , Coldplay (27,3), Kenny Chesney (26,5) e Metallica (25,5).

E nei magnifici 40 c’è anche un italiano, Andrea Bocelli, posizionato al 36mo posto. Secondo Billboard Boacelli avrebbe guadagnato 6,1 milioni dollari dal tour, 4,4 milioni dollari dai diritti di vandita dei cd e 121,100 dollari in diritti d’autore dagli album digitali (il totale supera i 10milioni).
Infine Michael Jackson, che da morto ha incassato oltre 17milioni di dollari. Peraltro nella classifica delle suonerie i suoi brani sono risultati i più venduti.





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto