Come un Delfino: intervista a Giulia Bevilacqua

Come un Delfino: intervista a Giulia Bevilacqua

Parla l’attrice che interpreta Anna


Giulia Bevilacqua è l’attrice che interpreta il ruolo di Anna, la giornalista della serie tv Come un Delfino; era nota al pubblico del piccolo schermo per aver interpretato Anna Gori in Distretto di Polizia.

Anna è un personaggio testardo che ha un sogno nel cassetto: fare l’inchiesta della sua vita e ci riesce superando varie vicissitudini e parecchi guai; è una donna combattiva che sa qual’ è il suo obiettivo.

Nei ruoli delle fiction che interpreta c’è sempre un lato rivolto all’indagine e Giulia ha detto in merito: “Non è una cosa che riguarda solo me, è un po’ il tema delle fiction di questo momento. C’è sempre un giallo da risolvere, una verità da trovare, un mistero da sciogliere. Il pubblico è appassionato a queste storie.”

Giulia aveva già interpretato un ruolo, in Nero Wolfe, dove faceva la giornalista e rivela che come mestiere non le dispiacerebbe affatto dato che è sempre informata perché legge moltissimi quotidiani che sono lo specchio della società; Giulia vorrebbe occuparsi di cultura, spettacolo e arte ma prima di farlo vorrebbe studiare per essere preparata.

L’attrice, nei panni di una vera giornalista, vorrebbe fare una domanda all’attore, Raoul Bova, che interpreta il protagonista Alessandro della fiction Come un Delfino: “Com’è stato girare con quella splendida attrice che si chiama Giulia Bevilacqua?” Dato che la prima domanda che le fanno tutti è “Com’è stato girare con Raoul Bova?”. A questa domanda l’attrice risponde: “Raoul è quello che si vede, è molto carino, gentile e generoso. E’ un piacere lavorare con lui.”

Giulia racconta che se non avesse fatto l’attrice le sarebbe piaciuto rimanere nel campo artistico dato che proviene da una famiglia di architetti, scultori e pittori; è molto appassionata di pittura anche se è da molto tempo che non dipinge più.

Giulia ha avuto successo dopo aver interpretato il ruolo in Distretto di Polizia dato che lavorare nel grande schermo è difficile a causa dei pregiudizi di chi interpreta ruoli nelle fiction. Per questo motivo le piacerebbe lavorare all’estero, dove il merito conta di più, anche se non ha il coraggio di andare via dall’Italia per rimettersi in gioco e ricominciare da zero.

Tra poco inizieranno le riprese della terza serie di Come un Delfino, nell’ultima puntata della seconda serie il destino di Anna rimane incerto e potrebbe esserci o meno nella terza serie. Raoul Bova nella terza edizione cederà la regia a Stefano Reali che aveva diretto “Come un Delfino 1”.

Raoul Bova ha dichiarato che seguire la fiction da dietro la cinepresa è stata una bellissima esperienza ma molto faticosa dato che era anche impegnato in prima persona sul set. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto