Can Yaman a C’è Posta per Te 2022, la sua storia: “Se penso alla mia infanzia…”

Can Yaman a C’è Posta per Te 2022, la sua storia: “Se penso alla mia infanzia…”

Can Yaman è stato complice di una sorpresa nella seconda puntata di C’è Posta per Te 2022. L’attore, colpito dalla storia di cui è stato fatto partecipe, si è lasciato andare a una confessione personale…


Can Yaman ha finalmente fatto la sua apparizione nell’attesissima nuova edizione di C’è Posta per Te. I fan dell’attore turco e del programma di Maria De Filippi sono rimasti inizialmente molto delusi dallo scoprire che Yaman non sarebbe più stato ospite della prima puntata del people-show di Canale5, ma con l’appuntamento in onda sabato 15 gennaio tutto è stato presto dimenticato. L’attore si è infatti lasciato andare a una sincera confessione, in seguito alla commovente storia di un ragazzo siciliano che ha voluto “regalare” per una sera l’attore turco a sua madre e sua nonna!


Leggi anche: C’è Posta per Te 2022: Can Yaman ospite della seconda puntata

C’è Posta per Te 2022, Can Yaman ospite della seconda puntata

Can Yaman è stato complice di una sorpresa da parte di un giovane di 21 anni per le donne più importanti della sua vita: la madre e la nonna. Il ragazzo, Emanuele, ha voluto regalargli l’occasione di incontrare il loro beniamino per ringraziarle di tutto quello che hanno fatto per lui. Raccontando la sua storia, il giovane di origini sicule ha infatti spiegato che le due donne lo hanno cresciuto da solo, facendo tanti sacrifici pur di donargli una vita dignitosa.

Can Yaman, dopo aver ascoltato con attenzione ed essere stato profondamente colpito dalla storia di Emanuele, ha deciso poi di prendere la palla al balzo e fare una confessione:


Potrebbe interessarti: Can Yaman ospite a C’è Posta per Te 2022: il ritorno in TV dell’attore turco

Se penso alla mia infanzia, trovo tante assonanze con questa vicenda. Ho avuto due nonne molto forti. Nei miei primi tre anni di vita la mia nonna materna si è presa cura di me. A partire dal quarto anno, poi, c’è stata quella paterna. Nei primi dieci anni di vita ho avuto queste donne fortissime e le ringrazierò sempre. Quando hai l’amore con te, quando hai al fianco delle donne così forti, sei invincibile, indistruttibile. Se io non avessi avuto questo dono nella mia vita, forse le cose non sarebbero andate in questo modo“.

Continuando il suo racconto personale, Can Yaman ha dedicato qualche parole esclusivamente alla sua adorata mamma, Güldem Yaman:

È diventata la mia migliore amica, in ogni cosa. Con me condivideva tutto, quando ero piccolo. Le decisioni le prendevamo sempre insieme. Questa è una cosa bellissima“.