Belen Rodriguez, Teo Mammucari svela: “aveva un problema da risolvere”

Belen Rodriguez, Teo Mammucari svela: “aveva un problema da risolvere”

Chiusa l’ultima stagione de Le Iene, Belèn Rodriguez ha salutato il pubblico terminando la sua esperienza alla conduzione. Ne approfitta Teo Mammuccari per raccontare qualche retroscena dell’esperienza lavorativa con la bella argentina.


L’ultima edizione de Le Iene, a conduzione Belen Rodriguez e Teo Mammuccari, è stata una delle meno seguite di sempre. In molti hanno accusato una perdita di smalto da parte della trasmissione soprattutto per quanto riguarda i contenuti. I servizi erano di poco spessore o con inchieste di rilevanza relativa. Molto criticata anche la scelta dei monologhi degli ospiti di turno. I contenuti sono stati bollati come troppo politically correct oppure orientati a un target più giovane rispetto al pubblico assiduo del programma.


Leggi anche: Belen Rodriguez nuova conduttrice de Le Iene insieme a Teo Mammucari!

L’altro aspetto molto discusso di questa stagione, è stata la scelta alla conduzione di Belen. La bella showgirl argentina non è stata all’altezza del compito affidatale. Eppure dietro la sua scelta c’è stata una proposta da un insospettabile.

Durante una intervista a TvBlog, Mammuccari ha spiegato che aveva notato Belen alla conduzione durante Tu sì que vales e ne era rimasto colpito:


Potrebbe interessarti: Le Iene, Belen conduce lo show da sola: Dov’è finito Teo Mammucari?

Avevamo già lavorato assieme, ora è cresciuta. Una sera a Tu si que vales l’ho vista all’opera durante alcuni lanci. Le ho fatto i complimenti, lei pensava fossero di circostanza, invece ero sincero. ‘Se capiterà l’occasione ti terrò in considerazione’, le promisi. Poi mi hanno proposto Le Iene e fatto dei nomi che non mi suonavano bene. Quindi ho avanzato a Davide Parenti l’ipotesi di Belen.

Teo Mammuccari su Belen Rodriguez: “deve abbandonare un atteggiamento”

Ovviamente inserire la Rodriguez alla conduzione di un programma che aveva un approccio ironico e caustico era un bel problema. Considerando che lei non l’aveva mai fatto.

Il problema non era il look, bensì un atteggiamento che doveva abbandonare. Belen doveva imparare a prendersi in giro, ad ironizzare, andava trovata la chiave. E’ stato difficile, per lei era un’avventura nuova. Ho apprezzato il rischio di Parenti, non era facile prendere un format come quello e stravolgerlo.

Dopo tre-quattro puntate il programma ha preso il verso giusto, è decollato. Belen era arrivata con l’atteggiamento di chi dice ‘conduco’. Le ho fatto capire che il successo di una conduzione si fonda sulla complicità, non te la puoi inventare sul palco se non ce l’hai nella vita. Se ti fidi, devi lasciarti guidare. A quel punto puoi divertirti. Una volta che sei entrata nel gioco, ti lascio in mano il prodotto. Non sono uno che soffre gli spazi, è una delle vere capacità che ho. Bisogna giocare come si fa al bar con gli amici. Piano piano questa cosa è uscita. Ho puntato su Belen e sono felice. Purtroppo lo sanno in pochi, ma nella vita privata lei è simpaticissima e quella simpatia non se la doveva tenere a casa.