Belèn Rodriguez, addio alla tv, adesso punta su…

Belèn Rodriguez, addio alla tv, adesso punta su…

Il tempo libero tra un impegno televisivo e l’altro, viene occupato da Belèn Rodriguez, occupandosi delle aziende di famiglia. Non solo, sale a quota 3 marchi ed ha le idee ben chiare sull’ultimo.


Le parole scritte giorni fa su Instagram da Belèn Rodriguez che saluta tutto il cast di Le Iene a fine stagione, mostrano una tangibile delusione. La scelta della showgirl argentina come spalla di Teo Mammuccari – che l’ha anche raccomandata all’autore del programma– non è stata una delle più felici. Infatti, il format ha raccolto ascolti molto bassi e, nonostante  i contenuti siano stati a loro volta poco interessanti, solo Belèn sembra pagarne le conseguenze.

Ma la lungimiranza della famiglia Rodriguez è quella di saper ampliare gli interessi, investendo in un ambito che non trova, quasi, mai crisi: quello dell’abbigliamento. Infatti Belèn è co-founder di due marchi: il primo Me fui, con la sorella Cecilia e il secondo Innominate con la sorella e il fratello Jeremias. Se Me Fui è focalizzato sui costumi da bagno per donna disegnati dalle due RodriguezInnominate invece è un loungewear , un abbigliamento comodo rivolto ad entrambi i sessi. Proprio per quest’ultimo brand ha iniziato anche a pensare ai bambini a causa delle difficoltà a volte di trovare vestiti adatti per Santiago

Cercando di vestire Santi non trovo delle forme comode e super cool. Mi piaceva l’idea di avere una linea di abbigliamento che fosse uguale per l’adulto e per il bambino, affinché i piccoli possano vestirsi come i grandi.

Belèn Rodriguez fa tris: un nuovo brand floreale su cui investire

Proprio durante la presentazione della nuova collezione di Hinnominate, Belèn ha dato la notizia di aver creato di un nuovo brand. Il nome è Mar de Margaritas e punterà su abiti femminili con varietà floreali adatti alla stagione estiva. La particolarità di questi vestiti sarà la presenza di un bustino interno che darà la possibilità a chi li indossa, di togliere una taglia. Con l’occasione, la Rodriguez ha voluto sottolineare che sta cambiando visione nella realizzazione dei vestiti puntando all’inclusività. Ovvero dare la possibilità di chi non ha il fisico perfetto di potersi permettere un determinato modello.

Che il mondo si sia accorto che “le donne vere hanno le curve“?