Aurora Ramazzotti, durissimo sfogo contro gli haters: “Questo è bullismo”

Aurora Ramazzotti, durissimo sfogo contro gli haters: “Questo è bullismo”

Aurora Ramazzotti, dopo l’ennesimo post denigratorio nei suoi confronti sui social, si sfoga su Instagram e accusa gli haters di perpetrare da sempre una forma di bullismo.


Aurora Ramazzotti, figlia di Eros e di Michelle Hunziker, ha scelto di seguire le orme dei genitori e affermarsi nel mondo dello spettacolo. Puntualmente, la venticinquenne finisce nel mirino degli haters, che la accusano di essere una privilegiata e di essere diventata famosa solo grazie al cognome che porta. Aurora, dopo l’ennesimo attacco social, si è duramente sfogata, svelando l’impatto che questi episodi hanno sulla sua vita.

La giovane aspirante showgirl ha mosso i primi passi in tv nel 2015, quando ha condotto la fascia pomeridiana di X Factor. Negli anni, è apparsa in vari show sia come ospite che come presentatrice e inviata. Recentemente ha presentato, con Elenoire Casalegno, l’evento benefico Love MI, che ha segnato il ritorno sul palco di Fedez e J-Ax. La Ramazzotti è molto attiva anche sui social, dove affronta spesso temi legati alla body positivity e al women empowerment. Non di rado, si diceva, viene criticata e accusata di essere, senza mezzi termini, una raccomandata. L’ultima stoccata gratuita è stata, per la figlia d’arte, la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Aurora Ramazzotti esasperata dagli haters, lo sfogo su Instagram

A far crollare Aurora Ramazzotti è stato un post condiviso su Facebook, simile a tanti altri, in cui la sua immagine (e la sua persona) è accostata a quella di una pozzanghera. Gli utenti sono chiamati a votare per scegliere a chi assegnare la “coppa delle nullità“. Un cuore per votare la pozzanghera, la faccina triste per votare Aurora. “L’unica ragione per cui non mollo – ha scritto la giovane in una IG Story – è perché altrimenti vincerebbero loro e non me lo perdonerei mai, ma credetemi che sono quotidianamente a tanto così“.

Lo sfogo è poi proseguito dalla sua vivavoce e, stavolta, lo spirito è molto diverso da quello con cui, giorni fa, si è cimentata in un ironico rap, sempre per rispondere ai suoi detrattori.

Sono consapevole di chi sono e di quali siano le mie capacità, ma sono cresciuta nel pregiudizio. E dirvi che non passo la mia esistenza da quando sono nata, da quando ho memoria, nel cercare di far cambiare idea, opinione alla gente sarebbe una bugia. Ho scelto questo percorso consapevole della difficoltà che avrebbe comportato per farmi vedere dalle persone per chi sono. Così che avrebbero potuto conoscermi veramente e non per il pregiudizio di me**a che ho stampato sulla testa come una croce per sempre, ma purtroppo ho solo peggiorato la situazione.

Aurora, visibilmente amareggiata, ha continuato spiegando che la sua esposizione, più che agevolarla, rappresenta una sfida costante. Specialmente quando si tratta di fare i conti con il cosiddetto ‘rovescio della medaglia’ della popolarità. “Ma questo, ragazzi, non è il rovescio della medaglia, questo si chiama bullismo – ha tuonato la Ramazzotti – e ad un certo punto uno si domanda non se ha le capacità di fare quello che vuole fare, ma si domanda se ha la forza di continuare accettando questa cosa”.