Apple: termina l’attesa per l’annuale convegno sviluppatori

Apple: termina l’attesa per l’annuale convegno sviluppatori

Si apre stasera il Wwdc 2013, attese molte novità con iOS 7 e iRadio “star” della serata.


Si apre nella serata italiana a San Francisco il Wwdc 2013, Worldwide developers conference, annuale evento organizzato da Apple per presentare alla comunità di sviluppatori iOS e Mac OS X le nuove evoluzioni delle due piattaforme, oltre ai nuovi servizi offerti dalla società della mela morsicata. Salvo eventuali presentazioni a sorpresa di nuovi dispositivi (iPad 5?), l’attesa maggiore riguarda la svolta minimal di iOS, occhi puntati anche sullo streaming musicale.

Il protagonista principale della presentazione che si terrà nella serata inaugurale sarà certamente iOS 7, ultima evoluzione del sistema operativo mobile Apple, ufficializzato dallo stesso presidente della società Tim Cook. Numerose sono le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, per la maggior parte riguardanti la nuova veste grafica dell’interfaccia, così come concepita da Jony Ive, in passato creatore del design di iPhone e iPad, ora in carica anche della parte software dei famosi dispositivi.

Nei giorni scorsi infatti sono trapelati alcuni indizi sull’aspetto che iOS 7 potrebbe assumere e sembrano emergere le linee guida Ive intende seguire; tendenza al minimalismo e snellimento visivo grazie alla rinuncia alle texture presenti fino alla versione 6, meno ombreggiature e inserti in colori pastello. Per fornire un esempio concreto, ci si aspetta la rinuncia all’effetto leggermente tridimensionale e arrotondato delle icone di sistema a favore di una rappresentazione più piatta. Nell’immagine di apertura una ricostruzione di come potrebbe essere.

Altro annuncio molto atteso per la serata inaugurale è la presentazione del nuovo servizio di streaming musicale iRadio, con cui Apple mira a consolidare la propria posizione nel mercato musicale, già molto forte grazie al consolidato negozio online iTunes. Negli ultimi giorni la società californiana ha stretto accordi con le maggiori case discografiche americane, Sony l’ultima in ordine di tempo, per poter far partire il servizio di ascolto gratuito di brani musicali intenzionato a superare la concorrenza di soggetti già affermati, quali Spotify e Deezer, e outsider dell’ultima ora, come Google All Access lanciato circa un mese fa.

Novità attese anche sul fronte dei personal computer, sotto la lente di addetti ai lavori e appassionati la presentazione dell’ultima versione dell’ OS X, la 10.9. In questo caso quasi assenza di indiscrezioni; se si seguisse il trend già visto l’anno scorso si potrebbe avere l’integrazione con alcune funzioni già implementate in iOS, come fu per il Centro Notifiche. Dubbi anche sulla possibile presentazione di nuovi modelli di Macbook Pro e Air, oltre che dei Mac Pro.

Non resta ora che attendere gli annunci ufficiali sul palco della conferenza, cui Apple affida il proprio rilancio, dopo un periodo difficile per l’azienda che deve fronteggiare il costante crescere della concorrenza, vari problemi di natura legale ed economica, con il titolo in borsa che sembra vivere un periodo altalenante. Nei prossimi giorni il resoconto completo delle novità annunciate dal palco di San Francisco. (r.d.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto