Apple affonda a Wall Street dopo i nuovi iPhone

Apple affonda a Wall Street dopo i nuovi iPhone

Pesano la limitata innovazione e la bocciatura del mercato cinese


Sono passate poche ore dall’evento Apple di presentazione dei nuovi iPhone, il colorato iPhone 5C e il più pregiato iPhone 5S, che già in tutto il mondo si registrano le reazioni dei fan Apple, così come degli avversari. La reazione però che più di tutte preoccupa Apple è quella della Borsa di New York, che boccia la società della mela.

Nelle ore successive alla presentazione infatti il titolo Apple a Wall Street ha perso circa il 6%, con un costo per azione che arriva a 464$ dai circa 500 di tre giorni fa; sembrano lontanissimi i tempi dei 700$ per azione. Pesa sul titolo la mancanza di un qualcosa che tenesse vivo l’interesse sui telefoni dopo l’annuncio, tutte le principali caratteristiche hardware e software erano infatti note da tempo. In aggiunta a ciò molti analisti lamentano come Apple non abbia più un ruolo guida nel settore ma si ritrovi a inseguire trend di mercato dettati da altri, come per il nuovo iPhone 5C (e similmente con iPad Mini in precedenza).

L’altro fattore che ha determinato la picchiata in borsa delle scorse ore è la pessima ricezione che i nuovi prodotti hanno ricevuto sul mercato cinese. Apple aveva infatti puntato molto sullo sbarco in forze nel Celeste Impero, includendo il paese nella prima fascia di commercializzazione, ma i primi commenti sono stati tutt’altro che lusinghieri.

Bersaglio preferito degli strali dei potenziali clienti è iPhone 5C, principalmente per il prezzo che non si può certo definire low-cost, come volevano le voci della vigilia. Circa 4500 yuan (550€) sono troppi per i consumatori che speravano in un esborso più contenuto. Gli stessi prezzi hanno scontentato anche fette di pubblico USA, storicamente più accomodanti nei confronti della società di casa.

Anche se la prima accoglienza non è stata oggettivamente delle migliori, siamo certi che tra pochi giorni, il 20 settembre, data di commercializzazione, vedremo le classiche scene di code fuori dagli Apple Store. La Borsa ha certamente un impatto sulle scelte dell’azienda, ma in ultima analisi, sono i consumatori a decretarne il successo e questo crediamo non mancherà nemmeno quest’anno. (f.a.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto