Amici 21, Carola Puddu svela: “Il mio più grande complesso, la Celentano l’ha capito subito”

Amici 21, Carola Puddu svela: “Il mio più grande complesso, la Celentano l’ha capito subito”

La talentuosa ballerina Carola, ex pupilla di Alessandra Celentano e protagonista di Amici21, si è raccontata senza filtri in una lunga intervista a Lea Ballerina. Oltre a ripercorrere il duro lavoro all’interno della scuola di Canale5, ha anche svelato il suo più grande complesso.


La ballerina Carola Puddu è stata, senza ombra di dubbio, una delle grandi rivelazioni dell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi. La ventenne di origini sarde, all’interno della scuola, ha conquistato persino l’incontentabile cuore della maestra Alessandra Celentano. Purtroppo, non ha avuto lo stesso effetto su un altro cuore: quello del vincitore Luigi Strangis.

Carola, infatti, non ha mai nascosto di provare qualcosa di più di un affetto fraterno per il cantante calabrese. Quest’ultimo, però, ha confermato più volte di volersi concentrare sul proprio percorso artistico. Vuole molto bene alla ballerina, ma la cotta non è corrisposta. Con buona pace dei fan, la ship non è decollata. Per la Puddu, secondo molti eliminata troppo presto dal talent show di Canale 5, le soddisfazioni non hanno comunque tardato ad arrivare. La ballerina classica, infatti, è stata scelta immediatamente per il ruolo di protagonista nello spettacolo teatrale del Balletto di Roma Giulietta e Romeo, che andrà in scena a ottobre al Teatro Brancaccio. Il ‘suo’ Romeo sarà un altro ex protagonista di Amici: Paolo Barbonaglia, che aveva preso parte alla quindicesima edizione del programma.

Intervistata da Lea Ballerina, influencer famosa per l’omonimo canale YouTube, l’ex pupilla della Celentano ha svelato alcuni particolari inediti sul suo percorso artistico e privato.

Carola Puddu si racconta: “Il mio più grande complesso…”

Nel corso della chiacchierata, Carola ha speso parole molto belle per la sua mentore Alessandra Celentano, che ha capito come prenderla anche quando i suoi comportamenti potevano essere fraintesi:

La maestra veniva almeno una-due volte al giorno per ogni pezzo per vedere tutto. Io la volevo sempre in prova perché mi metteva in riga. […] La cosa che non è tanto facile in me lei l’ha capita perché il mio comportamento è molto fraintendibile in sala. Lei lo ha capito subito che io sono un po’ fissata. A volte mi incanto perché sto processando in quei momenti, ma non perché sono sconnessa, anzi, ci tengo! In sala sono un generale e anche tanto scortese e severa con me stessa. […] Processo troppo e sono un po’ lenta con la memoria, però lei mi ha insegnato che c’è la memoria muscolare.

Molto diverso, invece, il rapporto con maestro Alberto Montesso: “Lui è stato veramente la cosa più bella di questo percorso. Mi manca troppo lavorare con lui, è una persona stupenda. Sembrava uno della mia famiglia”. La ballerina si è raccontata a cuore aperto, confessando persino qual è il suo più grande complesso fisico:

Io ho molte difficoltà perché pur avendo doti estetiche da ballerina non sapevo c0me gestirle. Non ho mai ricevuto critiche esagerate, sul peso mai, ma per una questione ormonale presi due taglie di seno. In più, avevo un’insegnante che mi diceva che erano antiestetiche, che si vedevano solo quelle quando ballavo e che addirittura avrei dovuto fare un intervento per diminuirle. Questo è stato il mio più grande complesso.