All’asta Apple I, il primo computer

All’asta Apple I, il primo computer

Previsto per la creatura di Steve Jobs e Steve Wozniak un prezzo finale di 500.000 dollari


È cominciata e si protrarrà fino al 9 luglio l’asta nella quale verrà venduta una delle pietre miliari della storia dell’informatica. Il lotto in palio è, infatti, il famoso Apple I, il primo computer costruito in modo pressoché artigianale da Steve Jobs e Steve Wozniak, i quali in seguito hanno fondato l’azienda omonima.

Costruito nel 1976 e messo in vendita al prezzo di 666,66 $, l’Apple I decretò il primo trionfo per la neonata azienda e, insieme al suo successore Apple II, portò nelle casse della società il primo milione di dollari.

Apple I si presenta come una scheda madre montata su legno a cui connettere tastiera, schermo e alimentatore. Destinato ad un pubblico di appassionati di elettronica, l’idea alla base di Apple I era ben diversa dalla nostra idea di computer già assemblato, ma questo rappresenta il primo passo dell’evoluzione che ha portato l’informatica dove è oggi, specialmente grazie alla stessa Apple e successivamente a Microsoft.

La casa d’aste Christie’s propone un’offerta base di 300mila dollari, ma si profila un prezzo di vendita molto più alto. Modelli simili, infatti, hanno già raggiunto la cifra di mezzo milione di dollari, e questo, che secondo i codici di produzione impressi è uno dei primi venticinque prototipi costruiti, potrebbe replicare quel risultato. Sono molto pochi infatti gli esemplari di Apple I ancora in circolazione, poiché molti vennero ripresi da Apple nel 1977 in un programma di incentivo alla vendita di Apple II, e andarono perduti. (f.a.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto