Zero Dark Thirty – la caccia a Bin Laden guidata da una donna

Zero Dark Thirty – la caccia a Bin Laden guidata da una donna

Candidato a 5 premi Oscar tra cui miglior film, migliore attrice, e miglior sceneggiatura originale


Kathryn Bigelow, la prima regista donna ad aver vinto un Oscar con “The Hurt Locker” nel 2010, ha portato nelle sale di tutto il mondo, la caccia a Osama bin Laden. Dieci anni sulle tracce del leader di Al Qaeda, raccontati in un thriller sanguinoso e duro.

La storia ripercorre il tempo dall’attacco alle torri gemelle all’uccisione di Osama bin Laden, dal 2001 al 2011. Bigelow racconta quel periodo puntando l’obbiettivo all’agente della Cia Maya (Jessica Chastain), che riuscì a portare le truppe Usa al nascondiglio di Abbottabad. L’andamento dell’azione è scandito da una tensione da thriller e l’interpretazione straordinaria della protagonista, le è valsa una nomimation all’Oscar.

Zero Dark Thirty, nel gergo militare in generale, indica l’ora migliore per le incursioni, normalmente la mezzanotte e mezza.
Una storia di ossessione, dove principi morali e compromessi per raggiungere i risultati entrano in contraddizione, e dove si trama nell’ombra contro un nemico invisibile. Fino alla fine, i sospetti di manipolazione del fatto storico sono sempre nell’aria.

Il film è stato oggetto di forti contestazioni storiche, anche se a Hollywood ha raccolto parecchi consensi.

Guarda il trailer italiano ufficiale di Zero Dark Thirty, al cinema dal 7 febbraio.

(i.f.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto