Un monumento del cinema, Kim Novak ospite del Festival di Cannes

Un monumento del cinema, Kim Novak ospite del Festival di Cannes

Un ritorno al cinema, nel nome di Vertigo per Kim Novak


Sarà lei, Kim Novak, la bionda musa di Alfred Hitchcock, la madrina di questa 66ma edizione del Festival di Cannes. Invitata  in occasione del restauro di uno dei capolavori del cinema mondiale, Vertigo di Alfred Hitchcock, Novak sarà presente alla proiezione, nell’ambito di Cannes Classics del film girato nel 1958, probabilmente il migliore del regista inglese nel quale si assiste alla grande performance dell’attrice, perfetta eroina inquietante in una storia che Hitchcock descrisse come “una storia d’amore con una strana atmosfera.”

Del suo ruolo, Kim Novak, ha detto, “La cosa interessante era che la scena rifletteva quello che stavo passando, al momento: era la storia di una donna che è stata costretta a essere qualcuno che non era“. Diversi i ruoli memorabili che la Novak ha sostenuto, come la prostituta dal grande cuore in Baciami, stupido di Billy Wilder. Ma dopo una serie di film di successo, non volendo accettare le regole degli studios, l’attrice ha lasciato prematuramente Hollywood per dedicarsi alla pittura.

E’ dunque un ritorno al cinema la sua presenza al Festival dov’era già stata nel 1959, per la presentazione di Middle of the Night di Delbert Mann (Palma d’oro 1955 per Marty). Kim Novak inoltre prenderà parte alla cerimonia di chiusura del 66 ° Festival di Cannes (26 maggio), dove assegnerà uno dei premi.

(a.d)





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto