“Un altro Mondo”, il secondo film di Silvio Muccino arriva in sala

“Un altro Mondo”, il secondo film di Silvio Muccino arriva in sala

E’ stato prontamente liquidato come film “buonista” in perfetta corrispondenza con il caramelloso Natale dei bei sentimenti. Ma si sa…


E’ stato prontamente liquidato come film “buonista” in perfetta corrispondenza con il caramelloso Natale dei bei sentimenti. Ma si sa i critici come sono oltremodo prevenuti quando il titolo promette buoni incassi. Ed è il caso di Un altro Mondo, la seconda prova alla regia di Silvio Muccino, prodotto da Cattleya e Rai Cinema e distribuito in ben 300 copie (e quesa è una mezza garanzia al box office) a partire da domani.

Muccino nella triplice veste di co sceneggiatore (assieme a Carla Vangelista, autrice dell’omonimo libro pubblicato da Feltrinelli), di regista e attore. E’ lui a dare il volto ad Andrea: ventottenne di famiglia benestante e superficiale quanto basta a vivere con leggerezza la sua relazione con Livia (Isabella Ragonese) ma a risentire della freddezza di una madre anaffettiva (Greta Scacchi). Il giorno del suo compleanno tutto però comincia a cambiare. Andrea riceve una lettera, è il padre che non sentiva da vent’anni anni a scrivergli dal Kenya, sta per morire e gli chiede di raggiungerlo per l’ultimo saluto. Vincendo le proprie resistenze, parte per Nairobi dove si ritroverà con la sorpresa di un fratello (Michael Rainey Jr.), bambino di otto anni che il padre ha avuto da una donna del luogo. E’ a questo punto che inizia il viaggio di Andrea: un viaggio fisico e interiore che lo porterà molto più lontano di quanto avrebbe mai immaginato.

Il film promuove la campagna “Un’Altra Africa”, destinata a sostenere le attività del reparto Maternità del Neema Hospital di Nairobi, Kenya, che aprirà le porte ai pazienti a febbraio 2011. Per saperne di più: unaltromondo.com/africa/





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto