Toy Story 3, mercoledì in sala. Sarà festa al botteghino?

Toy Story 3, mercoledì in sala. Sarà festa al botteghino?

Sarà Toy Story mania anche in Italia? L’ultimo lavoro dell’animazione in 3d firmato Disney – Pixar Toy Story 3 –…


Sarà Toy Story mania anche in Italia? L’ultimo lavoro dell’animazione in 3d firmato Disney – Pixar Toy Story 3 – La Grande Fuga, arriverà nelle sale italiane mercoledì 7 luglio sulla scia del  successo di pubblico e critica ottenuto in tutto il mondo. Uscito venerdì 18 giugno nei cinema di 26 paesi, nel weekend di apertura era già campione d’incassi con un totale di 154 milioni di dollari, di cui 109 solo negli Stati Uniti; il primo a raggiungere i 100 milioni (Gli Incredibili aveva debuttato nel 2004 con 70.5 milioni di dollari).
Ad oggi Toy Story 3 ha raggiunto i 235,8 milioni di dollari negli Usa e 335,8 milioni di dollari a livello mondiale.

Per festeggiare l’imminente arrivo nella sale italiane del film, Disney ha organizzato ieri, per la prima volta due grandi kermesse, in contemporanea a Milano e Roma; due esclusive anteprime cinematografiche in 3D con tanto di red carpet. L’anteprima vera, però, c’era stata nelle settimane scorse durante il Festival di Taormina.

Nella versione italiana del film sono nuovamente Fabrizio Frizzi e Massimo Dapporto a dar voce ai due protagonisti dei giocattoli più amati: il cowboy Woody (invitiamo a notare la straordinaria rassomiglianza tra Woody e Frizzi) e l’astronauta Buzz Lightyear, mentre la storica coppia di Barbie e Ken, alla loro “prima volta” in Toy Story, sono doppianti da Claudia Gerini e Fabio De Luigi. Per alcuni dei nuovi personaggi sono scese in campo altre voci famose Gerry Scotti doppia il Telefono chiacchierone, Chuckles ha la voce Giorgio Faletti e il saggio orsacchiotto Lotso è doppiato da Riccardo Garrone. La voce di Andy, ormai cresciuto, è invece quella di Matteo Leoni.

Diretto da Lee Unkrich (co-regista anche di “Toy Story 2” e “Alla ricerca di Nemo”) con John Lasseter ideatore dei personaggi e della storia, Toy Story è attraversato da una vena umoristica e dall’esasperazione di certi personaggi che negli States ha portato anche a diverse critiche. Alcuni movimenti femministi, ad esempio, hanno contestato alcune battute e il personaggio dell’isterica Barbie. Ad ogni modo, in puro stile Disney il film celebra innanzitutto valori positivi, come il gioco e l’amicizia.

Claudia Gerini (Barbie)
Fabio De Luigi (Ken)
Gerry Scotti (il telefono chiacchierone)
Gerry Scotti (il telefono chiacchierone)

Fabrizio Frizzi (Woody)





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto