Toronto Film Festival 2014 – Trionfa The Imitation Game [tutti i vincitori]

Toronto Film Festival 2014 – Trionfa The Imitation Game [tutti i vincitori]

Il dramma The Imitation Game incentrato sulla figura del matematico omosessuale Alan Turing, interpretato da Benedict Cumberbatch è stato il preferito del pubblico del TIFF 2014


Dopo 10 giorni di grande cinema, si conclude anche l’edizione 2014 del Toronto International Film Festival con la vittoria, a furor di popolo, del dramma di Morten Tyldum, The Imitation Game, molto atteso e accreditato per una vittoria alla vigilia. Un film che ha diviso la critica ma che ha conquistato il pubblico, qui giuria che decreta i vincitori finali, forse anche grazie alle due grandissime star protagoniste, il bel Benedict Cumberbatch e la bella Keira Knightley.

Al centro della pellicola è la figura complessa di Alan Turing, matematico, crittografo e logico tra le menti più brillanti e tra le figure più importanti per la nascita dell’informatica, che ha contribuito alla formalizzazione dei concetti di algoritmo e calcolo mediante la macchina, che porta il suo nome, di Turing, nonchè l’ideazione della macchina Enigma, in grado di decodificare messaggi in codice. La sua fu purtroppo una vita bollata dalla “colpa” di essere omosessuale. Per saperne di più vi rimandiamo allo speciale del nostro inviato Adriano Ercolani.

Fenomenale l’interpretazione di Cumberbatch -a cui una donna durante una conferenza stampa ha chiesto se poteva assaggiarlo, perchè lo trovava delizioso. In seconda posizione, se vogliamo usare questi termini, si sono classificati Learning to Drive di Isabel Coixet e St. Vincent di Theodore Melfi. Il primo racconta di una scrittrice newyorkese (Patricia Clarkson) che dopo essere stata abbandonata dal marito, trova la felicità nelle lezioni di guida bisettimanale tenute da un Sikh (Ben Kingsley). Il secondo invece è sulla strana amicizia tra un ragazzino solitario e il vicino di casa, un veterano di guerra, misantropo e eccentrico.

Ecco la lista dei vincitori:
Grolsch People’s Choice Award: The Imitation Game di Morten Tyldum
Runners-up: Learning to Drive di Isabel Coixet e St. Vincent di Theodore Melfi
People’s Choice Documentary Award: Beats of the Antonov di Hajooj Kuka
Runners-up: Do I Sound Gay? di David Thorpe e Seymour: An Introduction di Ethan Hawke
People’s Choice Midnight Madness Award: What We Do in the Shadows di Taika Waititi e Jemaine Clement
Runners-up: Tusk di Kevin Smith e Big Game di Jalmari Heleander

Per quanto riguarda i premi secondari, tra virgolette:
Best Canadian First Feature: Bang Bang Baby di Jeffrey St. Jules
Best Canadian Feature Film: Felix and Meira di Maxime Giroux
International Critics (FIPRESCI) Prize for Special Presentations: Time Out of Mind di Oren Moverman
International Critics (FIPRESCI) Prize for Discovery Program: May Allah Bless France di Abd Al Malik
NETPAC Award for Best Asian Film: Margarita With a Straw di Shonali Bose
International Short Film: A Single Body di Sotiris Dounokous
Canadian Short Film: The Weatherman and the Shadowboxer di Randall Okita
Honorable Mention: What Doesn’t Kill You di Rob Grant

Luca Fallati





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto