Torino Film Festival, qualità e poca vetrina

Torino Film Festival, qualità e poca vetrina

Inaugurazione con premiazione. Nella serata di oggi,  si ape il “Torino film festival” con la consegna, al regista finlandese Aki…


Inaugurazione con premiazione. Nella serata di oggi,  si ape il “Torino film festival” con la consegna, al regista finlandese Aki Kaurismaki, del prestigioso riconoscimento “Gran premio Torino”, per altro, proprio oggi, sarà in sala “Miracolo a Le Havre, film col quale il regista ha sfiorato la Palma d’oro a Cannes.

La cerimonia si terrà al teatro Regio dove sarà proposta, come ouverture, “L’arte di vincere” con Brad Pitt. Chiusura il 3 dicembre, invece, nel segno di “Albert Nobbs” con Glenn Close a cui gli organizzatori nei giorni scorsi hanno deciso di affiancare un’autentica perla: l’anteprima internazionale di “Twixt” di Francis Ford Coppola e con Val Kilmer, Bruce Dern e Elle Fanning.

Girato a colori e in bianco e nero, in 3D e in due dimensioni, quest’opera – che in Italia uscirà nel 2012 – segna il ritorno del cineasta di Detroit al gotico, quasi vent’anni dopo “Dracula”. Viene raccontata l’avventura di uno scrittore di thriller-horror di serie B che, durante un tour nella provincia americana, si imbatte nella storia della misteriosa morte di una ragazzina. Il protagonista si trova immerso in un mondo in cui i fantasmi si sovrappongono ai ricordi, influenzato dalla narrativa di Edgar Allan Poe e di Nathaniel Hawthorne.

In nove giorni si potranno gustare 217 pellicole di cui 32 in prima mondiale. Novità, intanto, per la composizione della giuria dopo la defezione dell’indiano Shekhar Kapur. Al suo posto il francese Hubert Niogret: produttore e regista di documentari, è anche autore di alcune monografie (dedicate ad Akira Kurosawa, Julien Duvivier e Shohei Imamura) e membro del comitato editoriale della rivista “Positif”. La commissione si completa con gli americani Jerry Schatzberg e Michael Fitzgerald, l’italiana Valeria Golino, e il filippino Brillante Mendoza.

La rassegna renderà omaggio, fra i tanti, anche al compositore Nino Rota di cui nel 2011 cade il centenario della nascita. In programma la presentazione del film di Felice Cappa “Nino Rota, il mago doppio” che si potrà vedere al cinema Reposi il 2 dicembre alle 18.15 e su Rai5 il giorno successivo alle 13.15 e a mezzanotte.

Il documentario ripercorre i luoghi del musicista, da Milano a Roma sino a Bari dove per trent’anni diresse il conservatorio eleggendola a sua città d’adozione. Il lungometraggio alterna filmati di repertorio a materiali inediti o rarissimi, come l’opera “I due timidi”, trasmessa una sola volta dalla Rai nel 1957; e poi interviste, fotografie, disegni, lettere e frammenti di diari, provenienti dalle teche Rai e dal fondo “Nino Rota”.

Il programma completo.  (Marco Fornara)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto