Tony Curtis, lo scanzonato di Hollywood è andato via

Tony Curtis, lo scanzonato di Hollywood è andato via

Della piccola schiera dei belli e scanzonati di Hollywood, Tony Curtis era il portabandiera. Lo ricordiamo al fianco di Jack…


Della piccola schiera dei belli e scanzonati di Hollywood, Tony Curtis era il portabandiera. Lo ricordiamo al fianco di Jack Lemmon e Marilyn Monroe nella commedia di Billy WilderA qualcuno piace caldo“, e poi con Cary Grant a bordo di un  sommergibile “rosa” in “Operazione sottoveste” (entrambi del 1959) ed in altre decine di film dove il Tony Curtis “simpatica canaglia” trovava sempre il modo di conquistare i favori del pubblico.

L’attore è morto oggi all’età di 85 anni ed a darne notizia è stata la figlia, Jamie Lee Curtis citata dal sito web Et. Nella sua lunga biografia di attore che dagli anni ’50 e per un cinquantennio circa ha portato sullo schermo l’intensa allegria del suo volto e i suoi occhi azzurri, vogliamo estrapolare quella serie tv “Attenti a quei due” che lo vedeva accanto a Roger Moore impersonare il ricco playboy americano Danny Wilde contrapposto all’elegante  lord inglese Brett Sinclair (Roger Moore). I due erano impegnati a fronteggiare malviventi e belle donne in scanzonate avventure di intrighi e mistero. Le domeniche domeniche pomeriggio degli anni ’70, erano scandite dalle loro gesta trasmesse in tv.

Sposato sei volte e con una vita sentimentale molto “articolata”, Tony Curtis nell’agosto del 2009 rivela in un libro di memorie, di aver avuto una relazione con Marilyn Monroe. Queste le parole di Curtis: «Tutto era bello con lei sebbene non sapessi mai cosa pensasse la mia partner mentre eravamo a letto insieme. Scoprii solo in seguito che durante quel nostro rapporto segreto Marilyn era rimasta incinta e aveva perso il nostro bambino».





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto