Rocky: il culto originale con Sylvester Stallone stasera su Rai 3

Rocky: il culto originale con Sylvester Stallone stasera su Rai 3

Va in onda stasera alle 21:15 su Rai 3 Rocky, il film diretto da John G. Avildsen, con Sylvester Stallone, vincitore di tre…


Va in onda stasera alle 21:15 su Rai 3 Rocky, il film diretto da John G. Avildsen, con Sylvester Stallone, vincitore di tre premi Oscar. Il film racconta una delle più famose storie di riscatto della storia del cinema.

Rocky racconta la storia di Rocky Balboa, un giovane che dalla vita ha avuto poco. Tira a campare con mezzi non proprio leciti e ha solo due passioni: la boxe e la sfortunata Adriana (Talia Shire), di cui è innamorato, da poco ricambiato. Quando il famoso pugile Apollo Creed (Carl Weathers) decide di indire un concorso per lasciare che un dilettante lo sfidi, Rocky decide di provarci.

Rocky è Sylvester Stallone, in tutti i sensi. Sly, autore della sceneggiatura e all’epoca semisconosciuto, credeva così fermamente nel personaggio e nella storia, da averla difesa a spada tratta. Lo studio voleva comprare il suo copione subordinandolo all’interpretazione di un altro attore. Assolutamente no: la storia di riscatto di Balboa era quella di Stallone, rinunciarvi per soldi pur preziosi non avrebbe avuto senso. Alla fine Rocky, diretto da John G. Avildsen che in seguito avrebbe trionfato ancora con Karate Kid (1984), ottenne tre Oscar: miglior film, regista e montaggio. Stallone fu nominato a Oscar e Golden Globe senza vincerli, ma non era importante: era diventato una star. Prima di lui solo Orson Welles per Quarto Potere e Charlie Chaplin per Il grande dittatore erano stati nominati per interpretazione e sceneggiatura dello stesso lungometraggio.

Costato poco più di 1 milione di dollari, Rocky ne incassò nel mondo ben 225. Il successo generò ben cinque seguiti diretti, a parte uno tutti per la regia dello stesso Stallone: Rocky II (1979), Rocky III (1982), Rocky IV (1985), Rocky V (1990, ancora diretto da Avildsen) e Rocky Balboa (2006). Nonostante Sly ritenesse d’aver chiuso col personaggio, è stato convinto a interpretarlo ancora in Creed (2015) di Ryan Coogler, dove Rocky aiuta a sfondare il figlio di Apollo, Adonis (Michael B. Jordan). Ancora una volta, la saga ha portato fortuna a Stallone, che ha vinto il Golden Globe che aveva perso nel 1977. Sta arrivando un Creed II.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto