Star Wars: Il risveglio della forza, il mito di George Lucas ritorna (finalmente) al cinema

Star Wars: Il risveglio della forza, il mito di George Lucas ritorna (finalmente) al cinema

Dopo un anno di attesa è in tutte le sale il settimo capitolo del franchise di Star Wars. Ora che lo scettro del comando è passato nelle mani di JJ Abrams, la saga diventa più frizzante, giovane ed ancora più coinvolgente. Che sia l’inizio di un qualcosa di nuovo per quella ‘galassia lontana lontana’? LA RECENSIONE


Dieci anni dopo ‘La vendetta dei Sith’ e ben 32 anni dopo la fine de ‘Il Ritorno dello Jedi’, si concretizza il progetto di realizzare una nuova trilogia sul grande universo di Star Wars. Il celebre regista/sceneggiatore JJ Abrams conosciuto soprattutto per aver realizzato la serie tv Lost, dirige Il Risveglio della forza, settimo capitolo del franchise e, con grande appeal, veemenza ed ilarità, conduce il pubblico di nuovo in quella galassia lontana lontana, che a distanza di anni dalla caduta dell’Impero Galattico, dovrà ora fronteggiare la minaccio del Primo Ordine.

Tempi duri infatti per la Repubblica che, tampinata dalla minaccia del Primo Ordine appunto (gruppo di fanatici nati dalle ceneri dell’Impero), si mette alla ricerca dell’ultimo cavaliere Jedi rimasto in vita, Luke Skywalker, di cui si sono perse le tracce anni prima. Il destino della galassia sembra essere nelle mani di un droide, l’unico che possiede una mappa interstellare che può condurre la Repubblica sulle tracce del Cavaliere. Questo simpatico robot, verrà salvato dalla coraggiosa Rey (Daisy Ridley) e dall’impavido Finn (John Boyega) ex soldato imperiale. I due a bordo del Millennium Falcon inizieranno un’avventura senza limiti, fra duelli cappa e spade laser, fughe dell’ultimo minuto, incontri con storici personaggi del franchise (come il buon Han Solo e la Principessa Leia), fino all’incontro con il diabolico Kylo Ren (Adam Driver) nuovo leader del Primo Ordine e seguace del Lato Oscuro.

Senza spoiler alcuno su tutti i colpi di scena più importanti del film, si può affermare che Star Wars: il risveglio della forza è il sequel perfetto, un film di fantascienza dalla bellezza fulminante che mixa audacemente tutti i canoni della trilogia classica (con annesse citazioni) a tutto il background culturale che l’universo espando di Star Wars ha coltivato in tutti questi anni. Il film che appunto viene diretto da JJ Abrams, finalmente perde quella sua aria fanciullesca che aveva caratterizzato tutti i precedenti lungometraggi del franchise, diventando una pellicola dal grande respiro, intensa, dai mille colpi di scena e che non dimentica anche una sottile vena comica. Seppur a primo impatto Il Risveglio della Forza ricalca tutte le caratteristiche peculiari di ‘Una nuova speranza’ (primo film della trilogia classica), la pellicola non si perde d’animo riuscendo a giocare saggiamente con tutti i dettami più particolari dell’universo di George Lucas. Abrams infatti costruisce un sequel che guarda sia al futuro del franchise stesso ma che rivolge uno sguardo melanconico al passato. Il risveglio della forza infatti è tale per aver giocato sia con il passato che con il futuro della saga, prospettando un nuovo inizio per uno dei marchi più celebri della fantascienza moderna.

Se personaggi celebri come Han Solo o Leia mantengono il loro incommensurabile appeal, i nuovi volti convincono più che mai. C’è ancora da lavorare sul criptico cattivo di turno che non raggiunge lo stesso charme di Darth Vader, ma colpisce il girl power del film dato che, l’indomita Rey, rappresenta per diritto tutti i canoni dell’eroina moderna, ed inoltre è  interessante  la svolta di Finn, che da soldato imperiale si unisce alla causa della Repubblica.

Ben lontani nel definire questo film un cult della fantascienza moderna, Il risveglio della Forza è comunque una pellicola girata con cognizione di causa, prodotta con il cuore, e dedicata al fan più accanito di Star Wars che, appunto, con questo esperimento revival potrà tornare (anche se per poco) con la mente agli anni spensierati della sua giovinezza.

Star Wars – Trailer

Di Carlo Lanna

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto