Speciale Oscar 2015 – Miglior film: Grand Budapest Hotel, 5 curiosità

Speciale Oscar 2015 – Miglior film: Grand Budapest Hotel, 5 curiosità

Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, con 9 nomination, insieme a Birdman, è il film che ne ha raccolte di più


Forse non sarà il trionfatore degli Oscar 2015, ma Grand Budapest Hotel, l’ultimo meraviglioso film di Wes Anderson, regista indie per eccellenza, ha sbancato per quanto riguarda le nomination. 9, al pari di Birdman, tra cui film, regia, colonna sonora, sceneggiatura, fotografia e costumi per la nostra Milena Canonero, a un piccolo passo dal suo quarto Oscar in carriera.
Leggi anche gli speciale degli altri film candidati:
*American Sniper
*Birdman
*Boyhood
*Whiplash
*La teoria del tutto
*Selma
*The Imitation Game

Speciale Oscar:
Tutte le info sugli Oscar 2015: date, orari, programma e ospiti
La vera storia dietro la statuetta messicana
Tutte le curiosità sugli Oscar 2015
Oscar 2015: le quote degli scommettitori

Trama: Grand Budapest Hotel si svolge intorno al 1932 e racconta la singolare amicizia tra un garzoncello di origini misteriose ma presumibilmente del nord Africa, Zero Moustafa, e il concierge dell’hotel, Monsieur Gustave (Ralph Fiennes), un uomo colto, raffinato, di grande classe con una passione irrefrenabile per le donne anziane, sua clienti. Proprio una di esse (Tilda Swinton) muore in circostanze sospette, lasciando in eredità un importante quadro a Gustave, suo amato e fedele servitore. La famiglia della donna accusa Gustave di essere stato lui a ucciderla e lo fa arrestare. L’uomo cercherà di fuggire dalla galera, grazie all’aiuto di alcuni compagni di cella (Harvey Keitel), per ritrovare l’unico testimone oculare della morte (Mathieu Amalric) e salvarsi al contempo dai tentativi di omicidi messi in piedi dai famigliari (Willem Dafoe e Adrian Brody). Il tutto mentre l’Europa è alle prese con una guerra.
Qui trovi la recensione

5 curiosità su Grand Budapest Hotel

– Altro che arti marziali, pasticcini!-
Saoirse Ronan ha confessato in un’intervista che creare i pasticcini simbolo dell’Hotel, i Courtisane au Chocolat, è stato davvero un’impresa. “Lasciate perdere le complicate e rischiose coreografie di lotta viste in Hanna” ha detto “Questi piccoli pasticcini sono la cosa più difficile che io abbia mai fatto su uno schermo”.

– Diversi anni, diverse forme –
Wes Anderson, candidato anche alla regia e fotografia, ha girato il film in 3 formati diversi; 1.37, 1.85 e 2.35:1, che sta a significare il rapporto tra altezza e lunghezza dello schermo. Ogni formato si riferisce a una diversa epoca, 1985, 1968 e gli anni 30. Ovvero, ad ogni epoca ha dato il formato cinematografico tipico. Perciò, per evitare problemi durante le proiezioni nei cinema di tutto il mondo ha chiesto di proiettare la pellicola in 1.85:1, ed ha dato ai proiezionisti un libretto per le istruzioni su luminosità, audio e luci.

– Grand Supermaket Budapest-
L’Hotel vero e proprio, il Grand Budapest, non esiste. Per trovare la location perfetta, Anderson ha scandagliato tutta Europa fino a trovare un centro commerciale abbandonato a Görlitz, in Sassonia. Görlitz è a metà tra Polonia e Germania, proprio sul confine e a 20 minuti dalla Repubblica Ceca. E’ esattamente dove si sarebbe svolta la storia. Qui trovate un video del dietro le quinte
Görlitz

– Il più grande incasso di Wes –
Con i 175 milioni incassati in tutto il mondo, Grand Budapest Hotel è il film che ha incassato maggiormente per Wes Anderson, distaccando di diversi milioni Moonrise Kingdom e I Tenembaum. E’ stato anche il miglior film indie per incassi del 2014, con un numero molto basso di cinema, rispetto a grandi blockbuster USA.

– Chi c’è e chi non c’è –
In un piccolo cameo possiamo vedere George Clooney e Jean Dujardin, entrambi in zona per girare il film Monuments men. Li possiamo vedere nella scena della sparatoria. Al posto di Fiennes, protagonista e M. Gustave, Anderson aveva pensato a Johnny Depp. Forse è meglio così dato il momento di sfortuna che sta attraversando l’attore, tra un flop e l’altro.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto