Speciale Emmy Awards – Miglior attrice drammatica, il trono di Claire Danes è minacciato da Lizzy Caplan e Kerry Washington

Speciale Emmy Awards – Miglior attrice drammatica, il trono di Claire Danes è minacciato da Lizzy Caplan e Kerry Washington

Da tre anni di fila Claire Danes sbanca gli Emmy e da due il suo personaggio in Homeland non conosce rivali, ma quest’anno Lizzy Caplan e Kerry Washington sono molto agguerrite


66th Emmy Awards – Quale sarà la miglior attrice in una serie drammatica? Il 25 agosto sarà la notte degli Emmy Awards, in diretta da Los Angeles, dove verranno premiati i migliori prodotti della tv americana. Iniziamo oggi una serie di speciali per arrivare preparati alla serata. Oggi passiamo agli interpreti nella categoria migliori attrici protagonista in una serie drammatica dove le nominate sono: Lizzy Caplan (Masters of Sex), Claire Danes (Homeland – Caccia alla spia), Michelle Dockery (Downton Abbey), Julianna Margulies  (The Good Wife), Kerry Washington (Scandal), Robin Wright (House of Cards – Gli intrighi del potere). Tutte contro Claire, la trionfatrice degli ultimi 2 anni. Tutte grandissime attrici passate momentaneamente dal cinema alla televisione.
Qui lo speciale sulla Miglior serie Commedia.
Qui lo speciale sulla Miglior serie Drammatica.
Qui lo speciale sulla Miglior attore protagonista in una serie Drammatica.

Lizzy Caplan (Masters of Sex) – Virginia Johnson. La new entry. Dopo tanti piccoli ruoli in serie tv ha finalmente trovato la SUA serie tv, con Master of sex. Qui interpreta Virgina Johnson psicologa statunitense realmente esistita che negli anni 60 insieme al marito William Masters, ginecologo e sessuologo, compì studi approfonditi sui rapporti sessuali degli americani. Il suo ruolo più famoso al cinema è forse quello di Marlena in Cloverfield, monster movie del 2008. “How could you possibly interpret what’s happened here?

-Claire Danes (Homeland – Caccia alla spia) – Carrie Mathison. La campionessa. Due volte vincitrice del premio e campionessa in carica. Claire Danes, che passa senza difficoltà dal cinema alla televisione con risultati sempre più che eccelsi, non sembra avere rivali nei panni di Carrie Mathison, la protagonista di Homeland. E’ un agente della CIA in rapporti molto stretti con Nicholas Brody, un militare sospettato di essere diventato una spia terrorista. Intensa, dedicata, potente, la sua performance è stata apprezzata da tutti nel corso degli anni. Per lo stesso ruolo ha vinto anche 2 golden globe.”Io non sono pazza!

-Michelle Dockery (Downton Abbey) – Lady Mary Crawley. L’inglese. Icona di stile e di eleganza, l’inglesina più ammirata di Downton Abbey è l’outsider di questo girone in rosa. La bella attrice classe 81, ha sempre dedicato più tempo al teatro piuttosto che allo schermo, con alcune memorabili prove in Pigmalione, Amleto e Enrico IV. Al cinema ha lavorato nei due film di Joe Wright, Anna Karenina e Hanna. Terza nomination consecutiva, sarà la volta buona? “Sono troppo occupata per godermi la vita“.

-Julianna Margulies  (The Good Wife) – Alicia Florrick. La veterana. Il rapporto con la tv di Julianna inizia molti anni fa con una serie super cult, E.R. Medici in Prima linea nei panni dell’infermiera Carol Hathaway. Per il suo ruolo in The Good Wife ha vinto un Golden Globe nel 2010 e un Emmy nel 2011. E’ un’attrice dotata di un enorme talento, dallo sguardo fiero ma anche dalla bellezza sconvolgente. Alicia Florrick, il suo personaggio, è la moglie di un potente avvocato rimasto invischiato in uno scandalo sessuale, ma nonostante ciò le è rimasta a fianco. “Non ha funzionato, proverò qualcosa di cui probabilmente mi pentirò, ma almeno ci proverò“.

-Kerry Washington (Scandal) – Olivia Pope. La scandalosa. Occhio a mettersi contro di lei. Olivia Pope ha agganci dappertutto e conosce tutto di tutti, inoltre è determinata, e non si ferma davanti a nessuno. Al cinema invece Kerry Washington diventa Broomhillda von Shaft, la donna di Django, nell’ultimo film di Quentin Tarantino, rapita e schiavizzata. Anche in quel caso, meglio non mettersi di mezzo. Kerry Washington ogni anno è tra le più papabili del premio, e dopo la pausa per la gravidanza, è tornata più agguerrita che mai. “Saresti fortunata ad avermi“.

-Robin Wright (House of Cards – Gli intrighi del potere) – Claire Underwood. La killer. Fredda, calcolatrice, di poche parole ma molti fatti. E’ la moglie di Frank, anzi, è l’anima gemella di un uomo spietato come lui. Entrambi hanno bisogno dell’altro per i loro traffici e per le loro vendette. Il suo look fa tendenza, i suoi occhiali e tailleur sono un icona. Robin Wright, ex moglie di Sean Penn, si è prestata alla televisione come il suo collega Kevin Spacey e ha portato il livello della recitazione un gradino più su. “Facciamolo soffrire“.

Il prossimo speciale sarà sugli attori protagonisti di serie comiche: Louis C.K., (Louie), Don Cheadle, (House of Lies), Ricky Gervais, (Derek), Matt LeBlanc, (Episodes), William H. Macy, (Shameless), Jim Parsons, (The Big Bang Theory). Chi vincerà?

Luca Fallati





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto