Shia LaBeouf fuori di testa a New York – Ci fa o ci è?

Shia LaBeouf fuori di testa a New York – Ci fa o ci è?

L’attore Shia Laboeuf noto per Transformers ieri ha dato di matto per le strade di New York, aggredendo un barbone; poco prima era stato arrestato per aver disturbato un musical a Broadway


Nella giornata del 26 giugno, l’attore Shia Labeouf (Transformers, Nymphomaniac, Indiana Jones) si è abbattuto come un tornado sulla città di New York. La sua 24 ore di follia è iniziata con un musical, Cabaret allo Studio 54, dove protagonisti erano Michelle Williams e Alan Cumming. Cui ha disturbato lo spettacolo urlando e cadendo dalla sedia ripetutamente, tanto che è stato necessario chiamare la polizia per farlo portare via. Successivamente ha rincorso un barbone per tutta Times Square per farsi dare un sacchetto del McDonald con dentro delle patatine e forse altro. Non è l’unica follia recente dell’attore, ma cosa gli è successo?

Secondo alcuni testimoni -dice il New York Post– Labeouf è stato visto fumare uno spinello poco prima di prendere posto in sala per il musical Cabaret, a Broadway. Durante una delle prime scene, l’attore Alan Cumming passeggia tra il pubblico. Appena ha superato il posto di Shia, questi gli ha rifilato una pacca forte sul sedere, per fortuna però Cumming non ha reagito e ha lasciato correre molto professionalmente. Poi Shia ha iniziato a urlare e a miagolare mentre sul palco uscivano le Kit-Kat Girls. Come gran finale si è messo ripetutamente a cadere per terra durante l’assolo di Michelle Williams.

I gestori del locale hanno aspettato la pausa per far entrare la polizia e portare via il giovane 28enne che ha iniziato a sbraitare e muoversi convulsamente per tutta risposta. Il pubblico era spaventato e stranito. Quando un poliziotto lo ha ammanettato gli ha urlato in faccia “Vaffanc*lo, sono tutte ca**ate. Sai com’è la mia vita? Sai chi ca**o sono io? Sai chi sono io?!“, così riporta il New York Post sempre. Dopodiché è stato portato in una cella a Midtown North dove ha iniziato a cantare Voglio andare a casa, e dove ha accusato il poliziotto che l’ha arrestato di violenza e di essere uno str…

Pagata la cauzione di 2500 dollari e liberato, Shia non si è fermato. Prima si è scolato 4 margarita alla fragola in un bar sulla 54esima e poi  ha raggiunto a piedi Time Square dove è andato in scena un teatrino molto bizzarro. Labeouf ha iniziato a inseguire un barbone, sembrava un gioco raccontano i passanti testimoni, come se giocassero a prendersi. Dopo un po’ Labeouf ha intimato all’uomo di fermarsi e di dargli quel sacchetto del McDonald. Cosa c’era dentro? Non si sa bene, patatine, ma probabilmente qualcosa di più a cui l’attore teneva molto. La scena è finita li tra l’incredulità degli spettatori passanti che hanno chiaramente riconosciuto la star di Transformers.

Non è la prima pazzia che ci regala Shia. Ricordiamo quando, realizzò il suo primo film da regista, e plagiò il fumetto di Daniel Clowes, “Justin M. Damiano”, senza dichiararlo nei titoli di coda o ovunque se è per questo, o ancora quando al Festival del Cinema di Berlino alla presentazione di Nymphomaniac di Lars Von Trier -altro ben noto provocatore-, se ne andò dalla conferenza stampa dopo una sola domanda dei giornalisti a cui rispose citando Eric Cantona, “Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che verranno gettate in mare delle sardine”.

Quello che oggi tutti ci chiediamo è: ma ci fa o ci è? Perchè tutte queste scenette, sembrano forzate, ridicole. Sembra tutta una sceneggiata messa in piedi per chissà quale motivo. Quello che è strano è che da un momento all’altro ha iniziato a comportarsi così. C’è stata una crisi, mentale, psicofisica o altro, o davvero sta solo recitando una parte per qualcosa di più grande, come fece Joaquin Phoenix? In ogni caso non è che sia così divertente o originale.

Luca Fallati





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto