Ryan Gosling: dopo Come un tuono arriva una pausa

Ryan Gosling: dopo Come un tuono arriva una pausa

Sex symbol, bravo attore e anche regista. Ryan Gosling lascia le scene per un po’, ecco perché.


Dai primi anni 90 a oggi Ryan Gosling non cessa di lavorare, di impegnarsi e di dimostrare oltre che una straordinaria bellezza, anche una professionalità notevole. Dal Mickey Mouse Club a film di successo. L’addetto stampa in Le Idi di Marzo di George Clooney, al playboy di Crazy, Stupid, Love, passando naturalmente per il duro autista di Drive. Il marito innamorato, invecchiato ma in crisi di Michelle Williams nel film Blue Valentine, in Come un tuono guida alla perfezione la moto ed affianca Bradley Cooper, e ancora Gangster Squad e Only God Forgives che arriveranno al cinema nel 2013.

 

 

Insomma, una carriera piena di successi e di lavoro. Una carriera che probabilmente necessita di una pausa, almeno momentanea. L’attore ha dichiarato in un’intervista:

“Ho lavorato troppo. Ho perso la prospettiva di quello che sto facendo. Credo sia bene per me prendere una pausa e riorganizzarmi su quello che sto facendo e sul perché e come lo stia facendo. Credo sia un buon modo per imparare. Ho bisogno di una pausa da me stesso tanto quanto credo che il pubblico ne abbia bisogno”.

 

 

Gosling non sempre è stato protagonista, anzi. Ha spesso vestito ruoli secondari e probabilmente li ha sempre prediletti:

“C’è molta pressione nell’essere il ruolo principale di un film. L’ho fatto. Non è il mio modo preferito di lavorare”.

Se il 2013 vedrà l’uscita di due film per Gosling e poi una pausa, l’attore è comunque impegnato in un progetto da regista di How to Catch a Monster, film con Saoirse Ronan, Eva Mendes, Christina Hendricks.

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto