Ritorno al futuro parte III: il terzo atto della saga stasera su 20

Ritorno al futuro parte III: il terzo atto della saga stasera su 20

Va in onda stasera alle 21 su 20 Ritorno al futuro Parte III (1990), il film diretto da Robert Zemeckis, con Michael J….


Va in onda stasera alle 21 su 20 Ritorno al futuro Parte III (1990), il film diretto da Robert Zemeckis, con Michael J. Fox, Christopher Lloyd e Mary Steenburgen. Si tratta della terza e ultima parte della celebre trilogia.

Rimasto bloccato ancora nel 1955, Marty (Fox) riesce a convincere un sempre più confuso Doc giovane (Lloyd) a rispedirlo indietro nel 1885, dove sarebbe approdata la versione anziana di Doc al termine di Ritorno al futuro Parte II. Nel selvaggio west Marty incontrerà i suoi antenati, ma avrà qualche difficoltà a convincere Doc ad andarsene, perché lo scienziato si è innamorato della maestrina Clara (Steenburgen).

Ottenebrati dagli affascinanti hoverboard e da un futuro che oggi appare molto meno divertente e affascinante, i fan della saga di Robert Zemeckis e Bob Gale hanno da sempre preferito il secondo atto al terzo. La gerarchia di qualità dei tre lungometraggi di solito segue l’ordine di uscita.

Non siamo del tutto d’accordo: mentre Ritorno al futuro Parte II mette un po’ da parte l’emozione in favore di un gioco funambolico di sceneggiatura, Ritorno al futuro Parte III recupera un pathos delicato e fiabesco che aveva il primo. Il film inoltre ci apre il cuore di Doc, che finisce per rubare la scena a Marty e rinfresca l’atmosfera risaputa a base di McFly codardi e Biff minacciosi.

Molte le chicche da apprezzare: il nome con cui Marty si fa conoscere nel West (“Clint Eastwood“, approvato con divertimento dall’interessato), l’entusiasmante canzone “Double Back Again” degli ZZ Top, il set del drive in costruito addirittura nella Monument Valley, la distruzione simbolica della DeLorean.

Fu girato quasi immediatamente dopo il secondo atto, consentendo alla Universal di risparmiare tra i 10 e i 15 milioni di dollari. Bob Gale supervisionava il missaggio del suono della Parte II, mentre Zemeckis era sul set a girare la Parte III. Diversamente da quanto accadde col primo capitolo, la sceneggiatura del secondo e del terzo fu firmata dal solo Gale, perché Zemeckis era contemporaneamente impegnato sul complesso Chi ha incastrato Roger Rabbit (1988). I soggetti continuarano tuttavia a essere firmati da entrambi.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto