Preparati la bara! Il western con Terence Hill stasera su Rai Movie

Preparati la bara!  Il western con Terence Hill stasera su Rai Movie

Va in onda stasera 9 dicembre alle 21.10 su Rai Movie il western di Ferdinando Baldi con Terence Hill, Preparati…


Va in onda stasera 9 dicembre alle 21.10 su Rai Movie il western di Ferdinando Baldi con Terence Hill, Preparati la bara! L’anno è il 1968, epoca d’oro per il nostro cinema di genere, e il film ha il titolo alternativo di Viva Django: è infatti un prequel di Django, grande successo di Sergio Corbucci, in cui Hill subentra nel ruolo titolare a Franco Nero, che non volle riprenderlo.

Del cast fanno parte anche l’attore tedesco Horst Frank, Gianni Brezza (più noto come ballerino, coreografo e compagno di Loretta Goggi ma anche interprete di 8 film) e George Eastman, pseudonimo di Luigi Montefiori.

Nella storia, David Berry (Frank) chiede propone a Django,  un tempo suo amico, di aiutarlo a ottenere la carica di governatore. Sapendo quanto sia ambizioso e spietato, Django rifiuta e si mette in viaggio con un carico d’oro da trasportare al deposito federale. Alcuni banditi, capeggiati da Lucas (Eastman), assaltano il convoglio, massacrano la scorta e uccidono anche la moglie di Django. Deciso a vendicarsi, si pone allora a capo di una banda, composta di uomini ingiustamente fatti condannare da Lucas e che lui stesso ha salvato dall’impiccagione. Del gruppo fa parte un indio, Garcia (José Torres), che convince gli altri ad assaltare – all’insaputa di Django – un convoglio carico d’oro.

Tra le location del film, il castello di Corcolle e la Piana di Camposecco, altopiano dei Monti Simbruini nel comune di Camerata Nuova, dove furono girati molti western per la sua particolare conformazione. Preparati la bara! è il secondo western (e il secondo col punto esclamativo) di Terence Hill, al secolo Mario Girotti, dopo Dio Perdona… io no! Col suo vero nome l’attore aveva esordito al cinema nei primi anni Cinquanta, interpretando 40 film di vario genere, tra cui Il Gattopardo di Luchino Visconti.

 

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto