Precious, e l’America si sciolse in lacrime

Precious, e l’America si sciolse in lacrime

Piange l’America, davanti al dramma di Precious. Piange, e la domanda, in questi casi, è quella di sempre. Si tratta…


Piange l’America, davanti al dramma di Precious. Piange, e la domanda, in questi casi, è quella di sempre. Si tratta di lacrime di compassione verso le Precious che si annidano tra le pieghe del grasso Occidente o si piange sulla propria cattiva coscienza?

“Precious”, il dramma a basso costo (solo 10 milioni di dollari) di Lee Daniels, basato sul romanzo di Sapphire PushLa storia di Precious Jones (edito in Italia da Rizzoli), è il caso cinematografico dell’anno.Precious La vittoria di tre premi al Sundance film festival, e di riconoscimenti a Deauville e San Sebastian (ha anche  partecipato a Cannes), il plauso dei critici ed un successo eccezionale al box office lo pongono tra i film papabili a Golden Globe e Oscar. La storia è durissima ed ha per protagonista una ragazzina afroamericana obesa e abusata dal padre. Precious, appunto, interpretata da un’eccellente (questo il parere unanime della citica) Gabourey “Gabby” Sidibe, classe 1983. Prodotto dalla “mitica” Oprah Winfrey e dal re delle commedie familiari “all black”, Tyler Perry, tra gli interpreti vede un’isolita Mariah Carey (insolita perché senza trucco).

Oprah Winfrey ha detto (riprendiamo da America Oggi): “Quando ho finito di vedere il film mi mancava il respiro. Non ho pianto finché non è uscita la dedica per le ragazze come Precious di tutto il mondo – Ha toccato una corda dentro di me, mi sono riconosciuta in quel personaggio e mi sono resa conto di aver visto intorno a me tante ragazze come lei, che fino ad allora mi erano invisibili. Chiunque veda questo film non potrà più considerarle così”.





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto