Ospiti vip e un programma di qualità per l’ottava edizione del Busto Arsizio Film Festival. Domani al via

Ospiti vip e un programma di qualità per l’ottava edizione del Busto Arsizio Film Festival. Domani al via

I cinefili hanno resistenza, non temono le abbuffate di buoni film, anche quando durano otto giorni e quando non portano…


I cinefili hanno resistenza, non temono le abbuffate di buoni film, anche quando durano otto giorni e quando non portano sullo schermo necessariamente delle anteprime. E buon cinema sarà per questa ottava edizione de Busto Arsizio Film Festival, maratona lungo i sentieri della settima arte che si dipanerà da domani fino a sabato 27 tra le località di Busto, Gallarate, Legnano, Cassano Magnago e la Valle Olona. Il tutto con un corredo d’ospiti degno dei Festival più risonanti.

E così al taglio del nastro (domani al teatro Sociale di Busto, ore 20.45) ecco  il primo asso: Murray Abraham, che incontrerà il pubblico prima della proiezione di “Amadeus“, il film di Milos Forman che gli valse l’Oscar come miglior attore protagonista (interpretava Antonio Salieri). E domenica altra eccellenza, sempre al Sociale, un Umberto Eco d’annata con il suo “Il nome della rosa” nella versione cinematografica firmata da Jean Jacques Annaud nel 1986. In un incontro-intervista con la giornalista Maria Latella, Eco spazierà liberamente sul rapporto tra cinema, linguaggio, scrittura e storia nel 30° anniversario dalla pubblicazione del volume che ancora oggi è tra i testi italiani più venduti e letti nel mondo.

Uno sguardo al presente per la sezione “Made in Italy” che chiama alla leva diversi bei nomi del panorama nazionale. Corre voce di presenze importanti ma non ancora confermate, come quella di Raoul Bova, che è tra i protagonisti de “La Bella Società” di Gian Paolo Cugno, in cartleoone per il 26. Anche Claudio Amendola potrebbe essere una presenza del Baff 2010, particolarmente intensa la sua performance ne “La fisica dell’acqua” di Felice Farina. “L’ultima estate” di Eleonora Giorgi, “La Pivellina” di Tizza Covi. “Alma” di Massimo Volponi tra gli altri film in concorso. “Made in Italy” si sdoppia dedicando una serie di proiezioni mattutine a studenti e scolaresche. Renato De Maria (La prima linea) e Giorgio Diritti (L’uomo che verrà) sono tra i protagonisti di questo capitolo riservato ai più giovani.

Nel corposo programma che include anche incontri, concerti e una mini sezione dedicata al cinema d’animazione; spicca l’omaggio ai fratelli Paolo e Vittorio Taviani, attesi a Busto Arsizio per la metà della settimana prossima. I registi assiteranno a tutte le proiezioni in programma, e non sono poche: “Good morning Babilonia“, “Allonsanfan“, “Padre Padrone“, “La notte di San Lorenzo“. Altro omaggio da evidenziare, quello allo sceneggiatore Luciano Vincenzoni, autore di tanto bel cinema italiano. Martedì, ore 9 dialogherà con i ragazzi delle scuole prima della proiezione de “La Grande Guerra” di Mario Monicelli, film scelto per rendere omaggio alla sua scrittura.

Nota di servizio: nella piazza San Giovanni di Busto Arsizio è allestito lo “Spazio Festival” dove durante l’intera settimana sarà possibile incontrare gli ospiti della giornata e orientarsi tra le tante proposte.





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto