Navajazo trionfa anche al MIFF 2014 [tutti i vincitori]

Navajazo trionfa anche al MIFF 2014 [tutti i vincitori]

Il messicano Navajazo e l’ucraino The Tribe, dopo Locarno e Cannes, vincono anche al Milano Film Festival


Erano i due titoli più attesi e più celebri della selezioni 2014 del Milano Film Festival e sono usciti per essere i vincitori indiscussi dell’edizione di The Tribe di Myroslav Slaboshpytskiy e Navajazo di Ricardo Silva hanno vinto ad ex aequo il MIFF 2014, conclusosi ieri 14 settembre. Anche quest’anno un successo di pubblico e di titoli che conferma la buona salute del festival e la voglia di cinema dei milanesi.

Navajazo del messicano Ricardo Silva è un documentario sui generis che racconta la quotidianità del confine tra USA e Messico, nella piccola cittadina di Tijuana, tra papponi, pornografi, tossicodipendenti, spacciatori, violenza e reietti. Un mese fa vinse al Locarno Film Festival, nell’ambito del Concorso Cineasti del presente il Pardo d’oro (Premio Nescens).

Già vincitore in altri festival anche La tribù – The tribe, film ucraino recitato interamente con la lingua dei segni e aggiudicatosi il Gran Premio Settimana Internazionale della Critica a Cannes 2014. Il giovane Sergey entra in una scuola speciale per sordomuti. Dentro le mura dell’istituto si celano dinamiche violente e prevaricatorie: per non sopraffare, il ragazzo dovrà trovare presto un suo ruolo di potere all’interno di questa gerarchia, facendosi coinvolgere in un’escalation criminale senza via d’uscita.

Le parole della giuria (composta da Giuseppe Genna, Yann Gonzalez, Salette Ramalho) sull’ex aequo: “Abbiamo avuto una lunga conversazione, appassionata e arricchente, sui tutti i film in concorso, ma due film in particolare hanno attirato la nostra più vibrante attenzione. E’ con grande entusiasmo che premiamo due film che mettono in discussione i confini, le estetiche e i concetti, due isole assolute, impalate nel nostro tempo, che vanno oltre ogni genere“.

Ecco i vincitori del Milano Film Festival 2014:
Premio Miglior Lungometraggio
ex aequo
The Tribe di Myroslav Slaboshpytskiy
Navajazo di Ricardo Silva

Menzione speciale alla performance
Kt Gorique e Pascal Tessaud in Brooklyn

*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Premio Miglior Cortometraggio
Smile, and the world will smile back di Famiglia Al-Haddad, Yoav Gross, Ehab Tarabieh

Menzione Speciale a
Xenos di Mahdi Fleifel

*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Premio Aprile
Comandante di Enrico Maisto

Menzioni Speciali a
Grand Canal by Johnny Ma
Smile, and the world will smile back di Famiglia Al-Haddad, Yoav Gross, Ehab Tarabieh

*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Premio del Pubblico – Lungometraggio
Come to my voice di Hüseyin Karabey

Premio del Pubblico – Cortometraggio
Esa Musica di Dario Vejarano

*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Premio Staff Milano Film Festival
Solo Rex di François Bierry

*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Premio Miglior Animazione
Supervenus di Frédéric Doazan

Luca Fallati





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto