Nato il quattro luglio: il film con Tom Cruise stasera su Iris

Nato il quattro luglio: il film con Tom Cruise stasera su Iris

Va in onda stasera 4 luglio alle 21 su Iris il film di Oliver Stone con Tom Cruise, Nato il…


Va in onda stasera 4 luglio alle 21 su Iris il film di Oliver Stone con Tom Cruise, Nato il quattro luglio. Uscito nel 1989, è tratto dall’autobiografia omonima dell’ex sergente dei marines Ron Kovic, pubblicata nel 1976. Candidato a 8 Oscar nel 1990, ne vinse 2, per la miglior regia e il montaggio, oltre 4 Golden Globe per miglior film drammatico, regia, sceneggiatura e per l’interpretazione di Tom Cruise. Si tratta di uno dei migliori ruoli mai interpretati dall’attore americano e il vero Ron Kovic ne restò tanto colpito da regalargli la sua Stella di Bronzo conquistata in Vietnam.

La storia è appunto quella di un giovane ed entusiasta americano che si arruola volontariamente per la guerra nel Vietnam (come aveva fatto anche Oliver Stone). Dopo essersi reso conto che quella che combatte è in realtà una sporca guerra, che non ha niente a che vedere coi nobili ideali che lo hanno motivato, Kovic viene ferito alla spina dorsale e perde l’uso delle gambe. Rientrato in patria deve affrontare le conseguenze dello stress post-traumatico e l’incapacità di chi gli sta vicino e della società in genere di comprendere cosa hanno passato i reduci ed aiutarli, e pur in sedia a rotelle, dal 1972 è in prima linea nelle battaglie pacifiste.

Inizialmente Nato il quattro luglio avrebbe dovuto arrivare al cinema poco dopo l’uscita delle memorie di Kovic: Al Pacino, interessato a interpretarlo, fece acquisire i diritti al produttore Martin Bregman. Quando la sceneggiatura che ne venne ricavata non soddisfece l’attore, il progetto sfumò, finché Bregman non lo propose a Oliver Stone, reduce da Platoon, che conobbe e strinse amicizia con Kovic sulla base delle comuni esperienze vissute in Vietnam.

Dopo che William Friedkin, a cui Stone l’aveva proposto, non accettò di dirigerlo, il regista decise di realizzarlo in prima persona. La scelta di Tom Cruise per un ruolo drammatico suscitava qualche preoccupazione, anche perché il regista stesso aveva definito Top Gun un film fascista. Invece, dopo averlo conosciuto, Stone restò colpito proprio dall’immagine dell’attore, dichiarando: “Vidi questo ragazzo che aveva tutto e mi chiesi cosa sarebbe successo se fosse stato colpito da una tragedia, se la fortuna lo avesse abbandonato… pensai che fosse una premessa interessante: Cosa sarebbe successo a Tom Cruise se qualcosa fosse andato storto?”.

Anche Kovic, inizialmente perplesso, cambiò idea una volta conosciuto l’attore. Al fianco di Cruise c’è Kyra Sedgwick, nel ruolo della sua ragazza, e nel cast compaiono anche in ruoli minori gli splendidi protagonisti di Platoon, Tom Berenger e Willem Dafoe.

 

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto