Maze Runner- La Fuga, secondo capitolo per il ‘young-adult’ di ultima generazione

Maze Runner- La Fuga, secondo capitolo per il ‘young-adult’ di ultima generazione

Da oggi 15 ottobre in tutte le sale cinematografiche arriva il sequel di ‘Maze Runner – il labirinto’. Un film che gioca con il cuore dello spettatore fra colpi di scena a gogo e scenari post apocalittici: LA RECENSIONE


I giovani d’oggi non sono più quelli di una volta ed anche i film a loro dedicati devono evolversi secondo i gusti e le ‘mode’ di una generazione in continua crescita. Maze Runner risponde a quest’esigenza ed il successo che sta ottenendo è la prova schiacciante. Dopo ‘Il Labirinto’ datato 2014, arriva oggi 15 ottobre l’attesissimo sequel intitolato ‘Maze Runner – La Fuga’, lungometraggio ispirato anche lui all’omonima saga letteraria di James Dashner disponibile in tutte le librerie anche in Italia. La versione maschile di ‘Hunger Games’ nonché edere morale, con questo sequel mozzafiato conferma tutte le sue buoni intenzioni nel regalare ai fan del franchise, un film dal grande respiro, intenso ed assolutamente emozionante.

Dylan o’Brien star indiscussa di Teen Wolf è nuovamente Thomas, il protagonista di ‘Maze Runner’, che alla ricerca di una sconcerta verità inizierà una fuga interminabile, insieme ai suoi compagni di avventura, in un mondo devastato da un virus che ha distrutto qualsivoglia civiltà. Durante questa fuga mozzafiato, Thomas è determinato a trovare il ‘Braccio Destro’, un gruppo di ribelli che vivono all’ombra della ‘WCKD’. Quest’avventura porterà i giovani a conoscere un gruppo variegato di personaggi anche loro decisi a cambiare il volto del loro destino.

Superando qualsivoglia aspettativa, Maze Runner risulta essere il cosìdetto sequel perfetto perché è stiloso, coinvolgente, avvincente ed emozionante, uno dei pochi film dedicati ad un pubblico di giovanissimi capace di intrattenere piacevolmente portando sul grande schermo temi d’interesse comune. Al di là della tematica post-apocalittica che poi è il vero motore della vicenda, Maze Runner è a tutti gli effetti un canto di rivolta contro le oppressioni, un grido di libertà portato avanti da un gruppo di giovani audaci che, a tutti costi, vogliono vivere la loro vita lontano da subdoli esperimenti e fughe nel deserto. Maze Runner – la fuga è riprova che quando si ha alle spalle un background culturale di grande impatto, realizzare un buon film è quasi un gioco da ragazzi. Certo non tutte le ciambelle escono con il buco – com’ è avvenuto per l’insipido The Giver – eppure Maze Runner riesce ad essere un’immagine speculare del libro di riferimento, un racconto mozzafiato di grande spessore che nelle sue due ore di girato, non fa calare mai l’attenzione.

Tutto merito di una grande sequenza iniziale, complice poi un colpo di scena dopo appena 30 minuti e, si continua così fino ad un finale – aperto- ma che in realtà rappresenta un nuovo inizio per tutti i protagonisti. Se a questa cornice ci aggiungiamo una release scenica impeccabile, un ritmo teso ed asfissiante (questo sequel a conti fatti è più dark del precedente), ed un cast competente dove spunta un raggiante Dylan o’Brien, Maze Runner – la fuga, rappresenta a tutti gli effetti i gusti delle generazione di oggi. Più violento di Hunger Games e meno patinato di Divergent, Maze Runner è per diritto il young adult definitivo, l’ingrediente necessario per far brillare questo genere cinematografico/letterario incompreso da tutti i veri cinefili. Perché, badate, oltre al mero intrattenimento c’è di più.

Di Carlo Lanna

 

Maze Runner – La Fuga TRAILER

CINEMA – ARTICOLI CORRELATI

RECENSIONE Io che amo solo te, un matrimonio molto particolare

RECENSIONE Robert De Niro, un arzillo settantenne “stagista inaspettato”

RECENSIONE Straight Outta Compton di Felix Gary Gray

RECENSIONE The green inferno, la foresta cannibale di Hostel Eli Roth

RECENSIONE The Program, il campione bugiardo di Stephen Frears

RECENSIONE Black Mass – Johnny Depp diventa uno spietato gangster

RECENSIONE Janis Joplin, nel suo film Amy Berg racconta l’ascesa e la discesa negli inferi della stella del Rock

RECENSIONE Life – Anton Corbijn rivive il mito di James Dean avvalendosi del duo vincente Pattinson-DeHaan

RECENSIONE Sopravvissuto – The Martian ODISSEA SUL PIANETA ROSSO

RECENSIONE Woman in Gold: Helen Mirren e Ryan Reynolds coppia (im)perfetta contro la guerra e la discriminazione

INTERVISTA Sergio Assisi. “Mi piacerebbe recitare in un film di Garrone o Sorrentino”

INTERVISTA a Helen Mirren: “Povero Kurt Cobain che non ha potuto usare il GPS!”

Leonardo Di Caprio: nel futuro le nozze, un film sullo scandalo Volkswagen e il premio Oscar?

Quanti click vale l’arresto di Shia LaBeouf?

Michael Fassbender, Bryan Cranston e Meryl Streep: le star più venerate del London Film Festival

Danny Boyle descrive l’immensa genialità dell’inventore della Apple Steve Jobs attraverso la performance di Michael Fassbender

Daniel Craig: “Un altro Bond? Piuttosto mi taglio le vene. Il mio successore? Chi se ne frega!”

Pete Docter esplora e descrive le emozioni con il film d’animazione Inside Out Ben Affleck e Matt Damon amici per la pelle, Steven Soderbergh dichiara il suo amore per la tv

Hotel Transylvania 2 – l’hotel più sgangherato e mostruoso del mondo torna a rianimarsi sotto la penna di Genndy Tartakovsky





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto