L’inferno di cristallo: il film stasera su La7

L’inferno di cristallo: il film stasera su La7

Va in onda stasera 3 agosto alle 21.15 su La7 L’inferno di cristallo, il classico disaster movie del 1974 diretto…


Va in onda stasera 3 agosto alle 21.15 su La7 L’inferno di cristallo, il classico disaster movie del 1974 diretto da John Guillermin (e nelle sequenze d’azione dal produttore Irwin Allen). Si tratta, giustamente, di uno dei film più premiati e famosi del filone catastrofico tanto in voga negli anni Settanta e interpretato da un cast stellare composto da divi hollywoodiani non giovanissimi: Paul Newman, Steve McQueen, William Holden, Fred Astare (in uno dei suoi pochi ruoli da attore non di musical), Faye Dunaway, Jennifer Jones (al suo ultimo film) e Robert Wagner sono solo i più famosi ma qua fa la sua prima, importante apparizione anche O.J. Simpson, la star del football diventato attore e in seguito uxoricida e detenuto.

La storia prende il via con l’inaugurazione di un avveniristico grattacielo di 138 piani a San Francisco, che ha però alcune debolezze strutturali in seguito a scelte al risparmio fatte dai costruttori. Mentre è in corso la festa proprio all’ultimo piano, all’81esimo scoppia un incendio e la torre di cristallo di trasforma in una trappola infernale.

Ricco di spettacolari sequenze d’azione intervallate a scene incentrate sui personaggi, con effetti speciali eccellenti per l’epoca, L’inferno di Cristallo fu uno dei film di maggior successo del periodo e venne candidato a ben 8 premi Oscar. Ne vinse 3: per la fotografia, il montaggio e la miglior canzone originale. La storia era basata su due romanzi scritti da Richard Martin Stern e Thomas N. Scortia, entrambi a loro volta ispirati dalla costruzione delle Torri Gemelle del World Trade Center, il che rende il film, col senno di poi, tristemente profetico. Sul set ci fu un’accesa rivalità tra Steve McQueen e Paul Newman. Quest’ultimo, quasi cinquantenne, fece da solo tutte le sue sequenze d’azione, prefigurando le future imprese di Tom Cruise.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto