Jordan Peele, regista di Scappa – Get Out: “Se incontrassi Tim Burton scoppierei a piangere”

Jordan Peele, regista di Scappa – Get Out: “Se incontrassi Tim Burton scoppierei a piangere”

Durante un incontro con gli studenti di un’università americana, l’ex-comico TV diventato regista di successo ha spiegato quali film siano…


Durante un incontro con gli studenti di un’università americana, l’ex-comico TV diventato regista di successo ha spiegato quali film siano stati per lui formativi dal punto di vista artistico e umano. Jordan Peele è l’autore del sorprendente thriller Scappa – Get Out, candidato a quattro premi Oscar, che ha avuto un enorme successo di pubblico. Da lui scritto e diretto, il film è costato soltanto 5 milioni di dollari e ne ha incassati a livello mondiale ben 255 milioni. Davvero niente male per un esordiente alla regia.

Dopo aver detto agli studenti di essere al lavoro su un nuovo progetto, ma senza poter dare ulteriori dettagli, Jordan Peele ha raccontato quali siano stati gli autori che l’hanno maggiormente ispirato. “Edward Mani di Forbice è stato un film formativo per me” ha detto il regista, “l’estetica del mondo immaginato da Tim Burton è così fresca, raffinata, dark e divertente e questo vale per tutti suoi film”. “Se dovessi incontralo scoppierei a piangere” ha continuato Peele, “lui è un eroe per me”.

Il regista ha poi citato altri autori che lo hanno influenzato. Ridley Scott è uno di questi, grazie a film capolavoro come Alien e Thelma e Louise. Il silenzio degli innocenti invece è stato preso da Peele come riferimento per la scena dell’ipnosi in Scappa – Get Out, in cui il dialogo tra l’ipnostista e l’ipnotizzato fa da specchio al faccia a faccia tra Anthony Hopkins e Jodie Foster nel film di Jonatham Demme.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto